7 Luglio 2016 4 commenti

La produzione della 7a stagione di Game of Thrones ritarda perché stanno aspettando l’inverno di Diego Castelli

Quando si dice l’ironia…

Arya

La brutta notizia (nei prossimi mesi capiremo “quanto” brutta) riguarda il fatto che la settima stagione di Game of Thrones partirà con ogni probabilità in ritardo rispetto al solito aprile-maggio a cui siamo abituati.

Il motivo però fa sorridere: stanno aspettando l’inverno.
Esatto, dopo sei stagioni ci è stato finalmente detto che l’inverno è arrivato, ma ora la produzione va adeguata di conseguenza, rendendo necessario aspettare la stagione fredda per girare la maggior parte delle scene.
Sono stati proprio i creatori della serie, David Benioff e D. B. Weiss, a svelare il problema durante la registrazione del podcast UFC Unfiltered.
“Ancora non abbiamo la data di messa in onda”, hanno dichiarato, “ma probabilmente sarà un po’ più tardi. Stiamo iniziando la produzione un po’ più tardi perché alla fine di questa stagione ‘L’inverno è arrivato’, il che vuol dire che il sole e il bel tempo non ci servono più. Perciò abbiamo spostato tutto più avanti, così da poter avere un po’ di tempo grigio e cupo nei posti solitamente assolati in cui giriamo”.

Il risultato, assai ironico, è che la prossima stagione di GoT potrebbe partire con un tot di settimane di ritardo, perché effettivamente “l’inverno non è ancora arrivato…”

jon e Sansa



CORRELATI