7 Maggio 2013

Bluestone 42 – La comedy militare di BBC a tanto così dal drama di Marco Villa

Una serie che chiamare di nicchia è veramente riduttivo

Bluestone_42_Title

La premessa è che quando ho visto questo pilot ero a corto di argomenti per Serial Minds. Ricerca spasmodica, eliminazione delle serie canadesi (che come soluzione sono oltre il fondo del barile), ciò che salta fuori è qualche titolo inglese. Data l’ora tarda, la scrematura la fa la durata del pilot e quindi vince Bluestone 42. La premessa è necessaria per spiegarvi che non sono così malato da scegliere di guardare per diletto pilot di comedy ambientate nell’esercito, i cui sottotitoli si trovano solo su siti turchi.

Bluestone 42, TV programmePerché Bluestone 42, in onda su BBC 3 dal 5 marzo, è proprio questo: una comedy semplice semplice ambientata nell’esercito di sua maestà di stanza in Afghanistan. Mica facile fare una serie del genere, direte: non si parla di una rassicurante accademia o di soldati che pattugliano zone di tranquillità assoluta, ma dell’Afghanistan, dove la gente muore per davvero ogni giorno. Tipo MASH? Tipo MASH.
Vero, non è facile fare una comedy in un contesto del genere e in più Bluestone 42 ci mette del suo a complicarsi la vita. Al peso dell’ambientazione aggiunge il fatto che i protagonisti sono degli artificieri, cioè gente che più volte al giorno si trova con il naso sopra a una mina. Sembrerebbe una scelta folle per la serie, in realtà è l’unica in grado di sostenere il genere comedy.

I personaggi di Bluestone 42 hanno fatto i conti con la morte e, per esorcizzarla, si possono permettere di non prenderla sul serio e di scherzarci su. E lo fanno in continuazione, con una serie di battute non esattamente ricercatissime. La scrittura punta infatti a una comicità piuttosto basica, basata sugli accenti diversi dei vari personaggi, sulla storyline del capo che ci prova maldestramente con la cappellana militare e sulla soldatessa che si affeziona ai robottini sminatori, al punto di dare loro dei nomi. Su tutto, si aggiunge una situazione militare piuttosto allo sbando, in cui niente funziona e le gerarchie sono solo dei riti vuoti, ridicolizzati di continuo.

bluestone42s01e01720phdLa parte comica non è quindi da strapparsi i capelli e questo è ovviamente molto male per una comedy, ma una componente interessante in Bluestone 42 c’è. Prima ho detto di come i personaggi abbiano esorcizzato a loro modo il terrore della morte. Ecco, loro l’hanno fatto, gli spettatori no: anche per questo diventano ancora più forti le scene di battaglia o di tensione. Perché ce ne sono e perché in Bluestone 42 il soldato che dice cazzate può ritrovarsi un proiettile in testa da un momento all’altro. Certo, i suoi commilitoni ricominceranno a scherzare due secondi dopo, ma intanto lo spettatore un micro shock l’ha avuto. È questa doppia cifra l’aspetto più interessante di Bluestone 42, che non sarà in grado di essere né una buona comedy, né un buon drama, ma che lascia intravedere cose interessanti nei momenti in cui questi due macrogeneri si intersecano.

Perché seguirlo: perché le serie militari sono sempre piuttosto rare e perché vi piace il tranquillo umorismo inglese.

Perché mollarlo: perché è proprio una robina buttata lì, più interessante come oggetto di approfondimento sui toni delle serie che come prodotto in sé.



CORRELATI