27 Dicembre 2013 3 commenti

Kevin Smith e il totale sbigottimento seriale di Diego Castelli

Alle volte non sai proprio che pesci prendere

:
:
:
Quando guardi il finale della terza stagione di Homeland e provi a chiederti cosa succederà nella quarta.
Kevin Smith e lo sbigottimento seriale

Quando mi troverò davvero di fronte a uno zombie, e non solo nella mia mente dove sono più figo di Daryl Dixon.
Kevin Smith e lo sbigottimento seriale

Quando ti viene detto che la tua serie preferita, nonostante gli ascolti bassissimi, avrà un’altra stagione.
Kevin Smith e lo sbigottimento seriale



Quando scarti i regali di Natale e ci trovi un cofanetto seriale fichissimo, che assorbirà completamente i prossimi due mesi.
Kevin Smith e lo sbigottimento seriale

Quando ti struggi da mesi per una tizia che nemmeno sa il tuo nome, e che a un certo punto viene lì e fa: “Tu sei quello che sa tutto di Breaking Bad? Mi spieghi un po’ com’è, che vorrei cominciarlo?”
Kevin Smith e lo sbigottimento seriale

Quando Jack dice “We have to go back”.
Kevin Smith e lo sbigottimento seriale

Quando Gemma prende in mano il forchettone da arrosto e non lo usa per l’arrosto.
Kevin Smith e lo sbigottimento seriale

Quando sei in ferie, senza telefilm regolari, e devi decidere quale dei dieci Recuperoni cominciare.
Kevin Smith e lo sbigottimento seriale

Quando apri per la prima volta S, il romanzo di JJ Abrams (ordinatelo, ne vale la pena).
Kevin Smith e lo sbigottimento seriale

Quando ti rendi conto che il Villa, in fondo, a Kevin Smith ci assomiglia proprio.
Kevin Smith e lo sbigottimento seriale
:
:
:
:



CORRELATI