17 Maggio 2013 10 commenti

New Girl – Ma è il finale della seconda o della decima stagione? di Marco Villa

Che noia questa sedicesima stagione di New Girl

Season-2-Photoshoot-new-girl-32138459-1950-1551

E quindi siamo arrivati alla fine di un’altra stagione. Sembra ieri che stavamo guardando il pilot di New Girl e in un attimo siamo già alla fine della quinta stagione. Come? Non è la quinta stagione? Ah ok, no perché se fosse stata la quinta stagione in un certo senso sarebbe stata anche giustificabile. Invece è la seconda stagione. E allora non ci siamo.

NFacciamo un passo indietro: New Girl è stata una delle cose più belle dello scorso anno. Ci è piaciuta dal primo episodio, ci è piaciuta alla fine. A suo tempo scrissi che aveva come grande punto a suo favore il fatto di avere introdotto una narrazione orizzontale già alla prima stagione, arrivando a cambiamenti importanti negli equilibri dei vari personaggi. Ecco, l’impressione della settima seconda stagione è che questa spinta si sia completamente persa. Ripensando a queste 25 puntate, quello che emerge è che New Girl si è trascinata per buona parte degli episodi, senza avere nulla da mostrare e da dire, per poi aumentare il ritmo negli ultimi cinque o sei. In pratica come gli studenti che non fanno un cazzo fino ad aprile e poi studiano un mese, pretendendo di avere gli stessi voti di quelli che studiano da gennaio. Magari funziona, ma la media rimane bassa.



Il problema di New Girl è stato molto simile a quello dell’ottava stagione di How I Met Your Mother: tutto quello che succedeva era del tutto implausibile. Mi riferisco alla storia di Nick con la spogliarellista e a quella immonda cagata del matrimonio indiano di Cece. Situazioni che non riuscivano a catturare l’attenzione dello spettatore, perché chiunque capiva in mezzo secondo che si trattava di cose destinate a evaporare in poco tempo. Più che linee narrative, espedienti per portare a casa qualche puntata. Di nuovo, come in How I Met Your Mother, questa dodicesima seconda stagione di New Girl porta in primo piano un personaggio maschile da prendere a sberle per giorni. Ovviamente parlo di Nick, che personalmente avrei messo in un angolo e costretto a subire sevizie. Un idiota completo, incapace di fare la minima cosa con la propria testa, del tutto in balia di quello che gli accade intorno. Davvero, un deficiente. E non dico così perché mi irrita come personaggio (almeno, non solo), ma perché una deriva di questo tipo rischia di far saltare ogni equilibrio: se hai un dissociato in casa, la faccenda cambia parecchio. Per questo, tutta la storia Jess-Nick l’ho trovata pesante, tirata in lungo e sempre sempre sempre sopra le righe. Jess la conosciamo ed è il personaggio che regge tutta la serie, trasformare Nick in un minus habens con le capacità cognitive di un lepidottero, beh, scusate ma mi pare una mossa sbagliatissima.

New-Girl-S02E15-Cooler-Jake-Johnson-Zooey-Deschanel-Nick-and-Jess-Kiss-TAR-4Tutto questo, diluito in episodi inutili, che si sono accumulati con una coerenza davvero impressionante. E l’ultima puntata è lì apposta per dimostrare quanto New Girl possa essere bello. Un episodio praticamente perfetto: ritmato, con tante trovate e situazioni fatte bene. Ecco, New Girl è questo, non è la palla atroce vista per buona parte della ventiseiesima seconda stagione. Non è una serie che guardi e poi cancelli immediatamente dalla testa. O almeno, ha ancora la forza per non essere così. Il giudizio complessivo sulla stagione è negativo e anche parecchio. New Girl ha dimostrato di essere una serie stanca e mollissima. Però ha dimostrato anche di avere ancora la forza di essere qualcosa di diverso. Nella speranza che la prossima sia la terza stagione e non la trentaquattresima.

 



CORRELATI