7 Agosto 2013

Serial Moments #90 – Dal 28 luglio al 3 agosto 2013 di Diego Castelli

Morti improvvise, gradite comparsate e metatestualità a manetta

:
ATTENZIONE! SPOILER DI WILFRED, RAY DONOVAN, SIBERIA, TRUE BLOOD E THE KILLING!!
:
:
5. Wilfred 3×08 – Broyles
Bell’episodio di Wilfred, pieno di soluzioni visive interessanti, appassionanti misteri virati al comico e la solita verve animalesca. Ma per noi serialminder il serial moment può essere uno solo: la comparsata di Lance Reddick, alias Broyles di Fringe. Cazzo quanto mi mancano Walter, Peter e tutta l’allegra compagnia!
Wilfred - Broyles!

4. Ray Donovan 1×05 – Ma brutta stronza!
Quando si parla di relazioni sentimentali, non tutti i tradimenti/segreti/bugie possono diventare serial moment. Ma quando ti affezioni a un personaggio come Terry – uno sfigato totale con poche qualità e molti problemi – provi grande gioia a vedere che anche uno come lui può trovare una donna abbastanza strana da volergli bene. Ma il piacere e il sollievo si tramutano in delusione e rabbia quando scopri che lei ha una famiglia, e ha usato il povero Terry come un diversivo. Che poi magari non è neanche così stronza (vedremo come prosegue la faccenda), ma intanto Terry è finito in disparte con un mazzo di fiori in mano e un grosso palo nel culo. Non si fa così.
Ray Donovan - Terry scornato

3. Siberia 1×04 – Il coinvolgimento del cameraman
C’è una specie di maledizione che aleggia su di me in quanto redattore di Serial Minds: ormai non si contano più le volte che ho parlato male di una serie, salvo poi trovare un motivo imprescindibile per parlarne bene tre giorni dopo. E viceversa, ovviamente. Stavolta tocca a Siberia: l’ho bacchetta giusto un paio di settimane fa, nel più classico dei “cazzarola avresti le potenzialità per fare bene ma non ti impegni abbastanza”. Ora però devo per forza darle una posizione nei serial moments: in questo quarto episodio, gli autori sfruttano come si deve le opportunità offerte da un finto reality, ideando il coinvolgimento di uno dei cameramen. In pratica, l’infida Esther seduce uno dei cameraman per poi ricattarlo per avere vantaggi nello show. Un coinvolgimento del “dietro le quinte” che ovviamente non vedremmo mai in un vero reality, e che qui crea uno stuzzicante effetto di straniamento. Se Siberia fosse piena di trovate come questa sarebbe la versione drama di Community. Peccato che di idee così fighe ce ne siano troppo poche.
Siberia - Trombiamo il cameraman



2. True Blood 6×07 – Eric piagnone
Il serial moment più lampante di questo episodio è chiaramente la dipartita di Nora,  che non sarà una morte alla Game of Thrones, però insomma, non era proprio l’ultima dei personaggi inutili. Ma in realtà il vero degenero è vedere Eric piangere per mezza puntata. E no, non è una di quelle situazioni in cui l’attore always-macho si mostra vulnerabile e ci fa tanta tenerezza: a me ha fatto un po’ sorridere, perché Northman piagnone proprio non si può vedere. Però gli diamo il serial moment, così si rasserena, povera stella…
True Blood - Eric piangina

1. The Killing 3×10 – Ray
Ne ho scritto giusto ieri, e il fatto che questi serial moments arrivino in ritardo crea un po’ di confusione con le date. Ad ogni modo, il vincitore della scorsa settimana non  può che essere Ray Seward, nei suoi ultimi, intensissimi minuti di vita. RIP.
The Killing - esecuzione di Ray



CORRELATI