7 Giugno 2016 14 commenti

Superman arriva in Supergirl: siamo già all’ultima spiaggia? di Diego Castelli

Nei momenti di difficoltà, chiama tuo cugino (anzi, chiama “a” tuo cugino)

Supergirl

Il buon Martino mi segnala un articolo in cui si annuncia l’arrivo di Superman nella seconda stagione di Supergirl. Una notizia che potrebbe solleticare la curiosità i fan, a patto però che sia rimasto qualcosa da solleticare.

Sì perché Supergirl non ha spaccato, se non forse qualche marone. Partita con 12 milioni di spettatori su CBS, ne ha persi 4 già nel secondo episodio, per poi chiudere la stagione a 6 milioni in discesa abbastanza costante.
Ora passerà da CBS a CW, decisione quanto mai comprensibile visto che con CBS non c’entra nulla, mentre con CW c’entra tutto, considerando anche il recente crossover con The Flash.



È comunque opinione comune che la serie abbia sprecato un potenziale che, con quei nomi e quell’universo coinvolto, non poteva che essere robusto.
A mio giudizio, a fronte di una protagonista per molti versi azzeccata (per la bellezza di Melissa Benoist, per la sua capacità di calarsi bene in un’atmosfera complessivamente leggera, con qualche punta di dramma familiar-extraterrestre), tutto il resto non ha funzionato. Storie vecchie, twist prevedibili, un sacco di cose già viste in tante serie supereroistiche (anche del passato), e perfino una qualità piuttosto bassa degli effetti speciali, visibilmente inferiore a quella dei colleghi di CW che, evidentemente, ci spendono sopra più soldi nonostante le dimensioni ridotte.
Negli anni dei blockbuster cinematografici, della qualità dei Daredevil e della solidità strutturale degli Agents of SHIELD, non basta più avere una bella amazzone spaccatutto che si fa le paturnie amorose per i colleghi, mentre nasconde la sua evidentissima identità sotto un paio di sottolissimi occhialini. Fa così anni Novanta…

E poi beh, c’è la Grande Questione. Il fatto cioè che Supergirl è la cugina di Superman, e molti spettatori preferirebbero vedere Superman piuttosto che i suoi parenti.
Forse anche per questo, dopo una stagione in cui l’Uomo d’Acciaio si è visto in controluce o al massimo in chat con Kara (sigh), la produzione ha deciso di “farlo vedere”. Superman farà dunque la sua comparsa ufficiale già ad inizio stagione, anche se ancora non sappiamo se avrà le mutande sopra i pantaloni.
È una decisione che sicuramente riuscirà a creare un altro po’ di chiacchiericcio intorno alla serie, ma che sa anche di mossa disperata: al netto dell’innegabile coerenza narrativa (veder comparire più spesso Superman avrebbe solo senso), si percepisce la paura di una produzione che, dopo una sola stagione, fa fatica ad arginare un’emorragia di pubblico che si è dimostrata costante nel corso dei mesi. E questo pur considerando che, se Supergirl facesse su CW gli stessi ascolti di CBS, a CW stapperebbero le bottiglie e farebbero i trenini.

Intanto è cominciato il toto-nomi. Già perché il casting per l’attore che interpreterà Superman è già cominciato e andrà avanti nelle prossime settimane.
Io ve lo dico: vorrei vedere Tom Welling di Smallville. Dai, che ce ne frega di vedere un attore sconosciuto, o che magari abbiamo sempre visto in qualche altra serie? In fin dei conti, per quanto Smallville non sia mai stata il capolavoro del supereroismo televisivo, il suo Clark Kent è l’ultimo che abbiamo visto, andava in onda sulla stessa rete, e popolava una serie che, tutto sommato, viveva di un’atmosfera molto simile.
Tanto ormai Supergirl è bruttina, non è che cambia mettendoci lì Matt Bomer o qualche altro figaccione. Se trash deve essere, andiamo fino in fondo, e prendiamoci sta botta di serial-nostalgia!

Welling

Argomenti cw, supergirl, superman


CORRELATI