8 Ottobre 2018 6 commenti

Serial Moments 348 – Dal 30 settembre al 6 ottobre 2018 di Diego Castelli

Streghe, killer e campanelli

ATTENZIONE! SPOILER A MITRAGLIA DI KIDDING, FAMILY GUY, THE GOOD PLACE, FEAR THE WALKING DEAD, MR. MERCEDES, BETTER CALL SAUL, AMERICAN HORROR STORY APOCALYPSE

 

8.Will & Grace 10×01 – Ross!
Cosa fai, David Schwimmer compare in Will & Grace e non lo segnali? Cioè, Ross Geller? Dai su…



Will-Grace-Schwimmer

7.Kidding 1×04 – Dialogo-verità
Molto bello il confronto fra Jeff e la ex moglie, incazzata nera dopo aver scoperto che Jeff sostiene economicamente l’uomo che ha involontariamente ucciso suo figlio, perché in fondo anche lui è una vittima dell’incidente. Bello perché mette a confronto il mondo buono e idealizzato del protagonista con quello più cinico e realistico della moglie, un mondo dove si può anche odiare senza che ce ne sia motivo, e dove un uomo troppo buono può causare infelicità in chi, standogli accanto, finisce inevitabilmente per credersi cattivo.

Kidding-Jeff

6.Family Guy 17×01 – Pretty Dark
Niente, passano gli anni ma Brian non riesce proprio a trovarsi una donna decente. Stavolta si innamora di una malata terminale, la sposa, e viene preso da un colpevolissimo panico quando a lei viene data la notizia di un’inaspettata guarigione. Certo, bisogna dire che la ragazza non fa nulla per invogliare il neo-marito a stare con lei anche oltre la precedente scadenza, visto che in breve tempo diventa un pachiderma volgare, sporco e flatulente.
In mezzo a tutto questo, prese in giro della FOX, citazioni dai Peanuts, e tutto il solito cucuzzaro di metacomicità a cui siamo abituati. Family Guy è tornata, e c’è gioia.

Family-Guy-Peanuts

5.The Good Place 3×03 – Scappa scappa
Sai che si dice sempre “ho riso un casino con questa serie”, anche se in realtà non hai davvero riso, cioè non con la bocca, eri tu da solo/a davanti al computer e ha semplicemente provato piacere connesso con l’idea di commedia? Ecco, con la scena finale di questo episodio di The Good Place m’è scappato da ridere sul serio: che un giudice supremo dell’aldilà si metta a gesticolare incazzosamente a quel modo, per rimproverare Michael e Janet di aver interferito troppo con la vita degli umani, mi ha strappato una risata vera, di cui mi sono stupito io per primo, e quindi mi andava di segnalarlo. Naturalmente, complimenti a Maya Rudolph per l’interpretazione.

The-Good-Place

4.Fear The Walking Dead 4×16 – Antigelo
Bello il finale di stagione di Fear The Walking Dead, in cui l’ultima vigliaccata di Martha, cioè l’avvelenamento di buona parte dei protagonisti, viene risolta con un bel giro di birre per tutti, così che l’etanolo possa combattere i danni dell’antigelo. È una soluzione in qualche modo commediosa per un episodio altrimenti molto teso e a tratti pesante, che in quella specie di brindisi trova un buon equilibrio di toni, facendoci stringere tutti vicini ai personaggi. Di fatto, con The Walking Dead da tempo instradata su un binario molto politico, molto guerresco e poco zombiesco, Fear The Walking Dead (che pure è cambiata molto con questa stagione, a partite dal cast) sta mantenendo quell’identità da survival horror, con pochi personaggi a girovagare in mezzo ai mostri. Ora in pratica hanno anche fondato l’A-Team, quindi applausi.

Fear-The-Walking-Dead-Morgan

3.Mr. Mercedes 2×07 – Attacco ed esplosione
Bel momento da resa dei conti fra Brady e Bill, anche se ovviamente Brady ha dovuto usare il povero Al come manichino per combattere nel mondo fuori dalla sua mente. Buona suspense, semplice ma efficace, sospirone di sollievo quando compare Ida giusto in tempo per salvare il vicino di casa, e bella l’idea di far esplodere l’appartamento mentale di Brady quando Bill spara in testa ad Al. All’inizio questa cosa del controllo ipnotico da parte del cattivo non mi piaceva molto, ora devo dire che ci ho fatto l’abitudine, e alcune soluzioni sono proprio riuscite.

Mr-Mercedes-Bill

2.Better Call Saul 4×09 – Citofonare Salamanca
Puntata come al solito densa e appassionante, in cui succedono un sacco di cose importanti per il futuro di Saul Goodman e anche di Mike/Fring. Ma onestamente in questo episodio c’è un solo serial moment grosso così, cioè l’attimo tanto atteso in cui l’ormai paralizzato Salamanca riceve il suo mitico campanello, uno fra i simboli più amati di Breaking Bad. Quando vediamo i cerchi che si chiudono ci viene tutto un brividone.

Better-Call-Saul-Salamanca

1.American Horror Story 8×04 – Nostalgie
Se c’è un problema con le serie antologiche, è che non possono sfruttare il vero potenziale della serialità televisiva, cioè l’emozione che si prova nel seguire personaggi che evolvono e crescono (anche fisicamente) contemporaneamente all’evolvere e al crescere dei loro spettatori. Sarà per questo che l’episodio settimanale di AHS, impegnato a raccontare cosa è accaduto nell’intervallo intercorso fra la fine di Coven e gli eventi post-apocalittici di queste settimane, ci trasmette un’emozione particolare, ci riconnette al passato in modi imprevisti e sorprendenti. A me neanche è piaciuta Coven, la trovo forse la peggior stagione di AHS, ma nonostante questo ho seguito con grande interesse il racconto delle peripezie successive di Cordelia & Co., e ho apprezzato parecchio quest’idea dello streghe vs stregoni, in cui la netta supremazia delle prime, con conseguente frustrazione dei poveri maghi, è un buffo ma ficcante ribaltamento della nostra società in cui le donne contano sempre meno di quello che dovrebbero. Insomma, bravi.

American-Horror-Story-Cordelia



CORRELATI