21 Dicembre 2018 3 commenti

Beverly Hills 90210: il cast originale vuole il reboot. Ma Andrea quanti anni ha? di Diego Castelli

Notizie assurde ma belle e soprattutto vere

Cast of Beverly Hills, 90210 (Photo by mikel roberts/Sygma via Getty Images)

Buttiamoci subito nella notizia del giorno. Deadline riferisce che numerosi membri del cast originale di Beverly Hills 90210 (Jennie Garth, Tori Spelling, Jason Priestley, Ian Ziering, Brian Austin Green e Gabrielle Carteris, con le uniche eccezioni di Luke Perry e Shannen Doherty) sono d’accordo a un reboot della storica serie, che sarebbe già in fase di proposta ai vari network e piattaforme, con diversi soggetti già interessati all’acquisto.
Al timone della faccenda ci sarebbero Mike Chessler and Chris Alberghini, già dietro 90210, che a suo tempo fu un sequel di Beverly Hills.

La notizia in realtà non è nuovissima, perché Tori Spelling, interprete di Donna Martin, già lo scorso marzo scrisse su Instagram che stava lavorando con Jennie Garth a un progetto legato a Beverly Hills, senza però dare altre informazioni. Ora si è saputo, sempre ufficiosamente, che si tratterebbe di un vero e proprio ritorno del franchise, con tutti o quasi gli attori storici.



Per il momento non si sa altro, anche se possiamo già ipotizzare che la parola “reboot” sia un po’ impropria: o rifanno la serie con nuovi attori giovani e le vecchie glorie impegnate a fare i genitori, oppure la nuova Beverly Hills non potrà che essere un seguito della vecchia, più che un reboot. Anche se, lo dico sinceramente, se Gabrielle Carteris volesse nuovamente fare l’adolescente, non sarebbe meno credibile della prima volta, quindi tutto può essere…

Attendiamo trepidanti altre news. Perché i reboot non ci piacciono molto, ma i sequel con gli attori storici (vedi Will & Grace o Roseanne/The Conners) titillano più facilmente la nostra nostalgia.

Chiudiamo con un pensiero per Andrea, l’adolescente più vecchia della storia della tv.
Che però a me un po’ piaceva, perché era secchioncella, e io non le disdegno.
Andrea



CORRELATI