19 Gennaio 2021

SALTA INTRO – La nuova puntata del podcast su Bridgerton, rappresentazione e polemiche annesse di Marco Villa

Bridgerton ha chiuso l’anno 2020: un enorme successo, che ha scatenato anche polemiche. Ne parliamo nel podcast con Maria Laura Ramello.

Bridgerton è stato l’evento che ha chiuso il 2020 del mondo della serie tv. Rilasciata il 25 dicembre su Netflix, nel giro di pochi giorni si è imposta come uno dei titoli più visti in tutto il mondo, diventando argomento di discussione e di polemiche di vario tipo. Ne avevamo parlato in modo tiepido in occasione del primo episodio, ripromettendoci di tornare sull’argomento ed eccoci qua, con la nuova puntata del nostro podcast SALTA INTRO.

Per la prima volta, rompiamo lo schema a due Villa-Castelli per accogliere un’ospite, la giornalista Maria Laura Ramello. Con lei, grande fan di Bridgerton, parliamo della prima serie prodotta da Shonda Rhimes per Netflix, dei suoi punti di forza e di debolezza, ma soprattutto allarghiamo il discorso a quelle polemiche cui accennavamo in precedenza. Polemiche legate alla rappresentazione delle minoranze, uno dei temi che più sta scuotendo il mondo dell’audiovisivo in questi anni, che in Bridgerton si manifesta con la scelta di affidare ad attori neri il ruolo di esponenti della nobiltà nell’Inghilterra di inizio ‘800, decidendo così di deviare consapevolmente dalla verosimiglianza storica. Questo è il punto di partenza, poi si parla in lungo e in largo per la solita 50ina di minuti.

La nuova puntata di SALTA INTRO è come sempre prodotta e distribuita da DOPCAST e la trovate su tutte le piattaforme dedicate. Potete scegliere la vostra preferita qui, oppure fare play qui sotto su Spotify e Apple Podcast.





CORRELATI