2 Aprile 2012 7 commenti

Serial Moments #20 – Dal 25 al 31 marzo 2012 di Diego Castelli

Comparsate improvvise e un sacco di gente morta (sempre occhio agli spoiler!)

:
:
ATTENZIONE!!! SPOILER CLAMOROSI DI ALCATRAZ, SHAMELESS E SPARTACUS!
:

:
5. The Big Bang Theory 5×20 – Sheldon e Spock

Alla fine è arrivato il tanto pubblicizzato incontro tra Sheldon e Spock, o meglio tra Sheldon e un pupazzetto di Spock che parlava con la vera voce di Leonard Nimoy, leggendario co-protagonista di Star Trek. L’episodio è stato carino, e l’incontro degno di ricordo, benché forse meno clamoroso di quanto ci si aspettasse (no Villa, non ha fatto “cagare”, semplicemente si pensava a qualcosa di più vero di un sogno…). Ma il vero tema è proprio Nimoy: dopo aver interpretato William Bell in Fringe, aveva dichiarato di volersi ritirare dalle scene. In realtà è tornato in Fringe e ora in TBBT, sempre solo come “voce”. Anche se non ha avuto problemi a farsi fotograre insieme al cast ecc. Caro Leonard, non è che invece di stancarti di fare l’attore, a 82 anni ti sei solo rotto delle sessioni di trucco e della prova-costumi? Va là che sei un birichino…

:
4. Mad Men 5×01-02 – Zou Bisou Bisou
e gli anni Sessanta
Primo episodio stagionale di Mad Men, e serial moment particolarmente vintage: la performance di Megan durante la festa di Don non è solo un momento insieme sensuale e un po’ ridicolo, ma è soprattutto uno sfoggio di bravura da parte di scenografi e costumisti. Tutta la casa e tutti gli ospiti sono meticolosamente imbellettati per ricreare l’atmosfera degli anni Sessanta, con una cura dei particolari talmente elevata, da meritarsi da sola una posizione in classifica.

:
3. Alcatraz 1×13 – E rimanemmo appesi al cliffhanger

Il finale di Alcatraz è stato figo: era pieno di ritmo, ha introdotto un sacco di elementi nuovi, ha lasciato la protagonista morta (o meglio, in una condizione che farebbe pensare alla morte, se non fosse che appunto è… la protagonista). Per tutto questo merita di stare nei serial moments. Ma forse il motivo vero della sua presenza è un altro: è l’ultima occasione per salutare una serie con tante potenzialità inespresse, che ora ci abbandona all’inizio di una storia accattivante di cui non sapremo mai nulla. RIP.



:
2. Shameless 2×11 – Mamme suicide e figli illegittimi

Quando leggerete queste righe sarà già andato in onda il finale di stagione di Shameless, che sarà oggetto di analisi nei prossimi giorni. Intanto, però, occupiamoci del penultimo episodio, che è stato una bomba clamorosa. Gli ultimi quindici minuti sono da drama di altissimo livello, pur nelle modalità e nei toni di una delle serie più strane e grottesche mai viste finora. Il tentato suicidio da parte di Monica, seguito a strettissimo giro dal parto di Karen e dalla scoperta che il bambino non è di Lip, sono una girandola di emozioni che lasciano lo spettatore boccaggiante, in attesa di un finale che si prospetta altrettanto intenso.
Ciliegina sulla torta: Frank che di fronte alla moglie morente se ne va, incapace di gestire una situazione di reale emergenza, come da sempre è stato incapace di prendersi una qualunque responsabilità paterna. Finora, è il Frank più amaro e meno divertente dall’inizio della serie, ma è anche quello che sarà impossibile dimenticare.

:
1. Spartacus 2×10 – Strage dei protagonisti

Non so se ho mai visto morire tutti insieme così tanti “personaggi importanti” come in questo episodio di Spartacus. Perlomeno non in un finale “di stagione”. Mira, Ashur, Lucretia, soprattutto Glabro: figure apparentemente fondamentali fino a pochi minuti prima, tutte eliminate nel sangue. E se questa strage, nel suo complesso, è un po’ il serial moment della settimana, ognuno di questi decessi è di per sè un momento topico per l’intera serie. Mi riferisco in particolare alla drammaticissima fine di Lucretia, che porta con sè nell’abisso il neonato figlio di Glabro e Ilitia, e ovviamente all’uccisione dello stesso Glabro, nemico giurato di Spartacus dal primo episodio del telefilm. Ma di questo finale e del possibile futuro parleremo più nel dettaglio nei prossimi giorni: bisognerà anche fare una riflessione definitiva sul cambio di attore per il protagonista.

:
FUORI CONCORSO
The Good Wife 3×19 – Arriva Matthew Perry
Ok, il semplice arrivo di un attore (che peraltro rimarrà nella serie per un po’) non può essere considerato un vero e proprio serial moment. Tanto più che molti di voi mi diranno “ma come, non guardi mai The Good Wife, da mesi ti diciamo che è una serie fighissima, e la prima volta che la citi è per una cosa che non c’entra niente con tutto quello che di buono ha fatto fino adesso?!?”
Tutto giusto, però ve ne dovete fare una ragione, perché lui è Chandler!
Comunque va bene, sta fuori concorso, così non esageriamo…



CORRELATI