26 Ottobre 2015 5 commenti

Serial Moments 204 – Dal 18 al 24 ottobre 2015 di Diego Castelli

Cene fallite, ulcere perforate e aspiranti maestri del kung fu

ATTENZIONE! SPOILER BORIOSI DI GREY’S ANATOMY, DOWNTON ABBEY, AGENTS OF SHIELD, THE LEFTOVERS, THE WALKING DEAD (IN FONDO HEROES REBORN, BROOKLYN NINE-NINE, GOTHAM, SCREAM QUEENS E FARGO)

 

5.Grey’s Anatomy 12×05 – Indovina chi viene a cena
Non so da quanto tempo Grey’s Anatomy manca dai serial moments, e difficilmente potevo prevedere il suo inserimento con una puntata così Meredith-centrica. Però quando un medical riesce a tenere desta l’attenzione per tutta una puntata senza far vedere manco un paziente, c’è sempre da drizzare le antenne, anche quando il suddetto medical è un soappone come Grey’s Anatomy. Ricordando che il mio odio per Meredith non è mai stato odio per la serie nel suo complesso, era però da tempo che non ci vedevo una scrittura così solida e una coralità d’azione così ben gestita. Certo, una enorme cazzata c’è: per quanto cerchino di spiegarmelo, non c’è alcun motivo per cui la dottoressa che ha “causato” la morte di Derek decida di andare proprio al Grey Sloan. Ma nessuno proprio.



Grey's Anatomy Penny

4.Downton Abbey 6×05 – Occhio allo stress
Questo episodio di Downton mi ha fatto pensare ad American Horror Story. No, non c’è un cameo di Lady Gaga che limona con Carson. Semplicemente l’ulcera perforata del conte, con quell’esplosione di sangue durante la cena immacolata, mi ha fatto venire letteralmente i brividi, proprio per il contrasto fra la consueta compostezza e l’improvvisa emergenza (una tecnica che quel furbino di Fellowes ha già usato in passato). Un contrasto che invece AHS non può avere perché è sempre tutto esagerato, col risultato di anestetizzare. Povero Ryan Murphy, adesso non è che voglio prenderlo di mira, mi è solo venuto in mente…

Downton Abbey conte ulcera

3.Marvel’s Agents of SHIELD 3×04 – Ma no, povero!
Uno dei rischi che corre spesso Agents of SHIELD è quello di non dare abbastanza spessore malvagio ai cattivi. Complice il fatto che alcuni villain devono per forza sopravvivere (tipo il traditore Ward), c’è sempre la possibilità che sparatorie e inseguimenti diventino blando intrattenimento che tanto si sa come va a finire: scappano tutti e via, amici come prima. Stavolta invece pare che gli autori abbiano deciso di fare sul serio: a farne le spese sembra essere il povero Andrew, che non avendo grosse skills di combattimento diventa ostaggio dell’Hydra e, a sua insaputa, scatena anche una diatriba piuttosto importante fra May e Lance, che di sua iniziativa ha deciso che il dottore poteva essere sacrificato in nome della cattura di Ward (che poi neanche avviene). L’esplosione finale non ci lascia sicuri sulla morte di Andrew, ma ci consegna un’altra certezza: se May e Lance finiscono da soli in una stanza, quella lo maciulla a cazzotti.

Agents of SHIELD

2.The Leftovers 2×03 – Fight the white
Terzo episodio stagionale di The Leftovers dedicato quasi interamente a Laurie, ormai uscita dal simpaticissimo gruppo di Guilty Remnants e diventata una sorta di tutor per tutti quelli che come lei voglio ricominciare a parlare e a vestire capi colorati (ricordiamo, per chi non avesse visto la prima stagione, che i Remnants si portano dietro da tempo un fastidioso problema di candeggio). Ne emergono due serial moments abbastanza chiari: il primo vede protagonista la stessa Laurie, che trovandosi di fronte alla macchina due Remnants con chiaro atteggiamento ostruzionista, decide di tirarli sotto come niente fosse. Un piccolo applauso m’è scappato. Seconda scena da segnalare nel finale, quando Tom, per l’appunto figlio di Laurie, annuncia al mondo di aver ereditato i poteri di Holy Wayne, passato a miglior vita l’anno scorso. Oddio, la dichiarazione è stata un po’ troppo spavalda, da sborone vero. Ma chi di noi non sarebbe un po’ arrogante se potesse risolvere fior di problemi psicologici con un semplice abbraccio?

The Leftovers

1.The Walking Dead 6×02 – Lode a Jennifer Lynch
Già l’anno scorso, in occasione del 5×14, ebbi modo di elogiare la regia di Jennifer Lynch (figlia di David), per una delle puntate più torbide, oscure e violente della passata stagione di TWD. Ora la talentuosa figlia del creatore di Twin Peaks si ripete, prendendo una sceneggiatura particolarmente action per trasformarla in una specie di western in salsa zombie, con gli inquietanti wolves che attaccano l’avamposto dei protagonisti portando morte e distruzione senza alcuna regola o morale. C’è un sacco di suspense, c’è il tempo di riannodare qualche filo lasciato aperto nella scorsa puntata (tipo la natura precisa di quel clacson che aveva rovinato la missione di Rick), e soprattutto c’è la voglia di dare gloria quasi tarantiniana a Carol e Morgan, trasformati in giustizieri invincibili che sgominano quasi da soli l’intera banda di cattivi. Qui e là, chicche varie: la ragazza che si mangia la tartaruga, la cieca violenza degli wolves (poi temperata da strane profezie), la difficoltà all’azione di alcuni personaggi, troppo impauriti per fare alcunché. Insomma, un puntatone assai divertente.

The Walking Dead Morgan

Fuori concorso per affetto
Heroes Reborn 1×06 – Ritrovare gli amici
Inutile negarlo: non vedevamo l’ora di rivedere Hiro. E finalmente il vecchio eroe torna, con una pettinatura raggelante e un atteggiamento un po’ più serio, ma con la stessa facciotta simpatica di una volta. Suo il compito di riportare Bennet nel passato, lasciandoci così la speranza che si possa rivedere anche Claire. Però dubito, la povera Hayden Panettiere è a casa con la depressione post-partum, non so se ha avuto il tempo di fare la clone di Wolverine anche in questa stagione…

Fuori concorso nella speciale categoria “piccole botte di comedy”
Brooklyn Nine-Nine 3×04 – Un’astuta mossa di Peralta permette a Holt di tornare al suo vecchio distretto per la felicità di tutti i protagonisti, ma la menzione va a Gina che semplicemente “riappare” alla sua vecchia scrivania con uno scoppio di coriandoli. Genio!
Gotham 2×05 – Ci sono alcune regole non scritte che di solito le tv generaliste seguono in modo abbastanza pedissequo. Tra queste c’è anche “non far vedere ragazzini che esplodono”. Ecco, questa settimana Gotham ci ha fatto vedere un ragazzino che esplode, e non posso negare che è stato piuttosto divertente.
Scream Queens 1×06 –  Ci ero andato giù pesante con Scream Queens in fase di recensione, ma questo non significa che non sappia riconoscere qualche buon colpo, specie quando la serie lascia andare il gas sulla comedy più assurda. In questo episodio le matte risate partono per il povero tizio che aveva perso le braccia un paio di puntate fa, ma che non ha affatto perso l’entusiasmo: fargli perdere la vita perché non riesce a salire una scala a pioli (d’altronde non ha le braccia!) è un colpo di classe abbastanza innegabile.

Fuori concorso come scuola per giovani cineasti
Fargo 2×02 – Dita ovunque
La semplicità, la creatività, la pulizia. Se cercate esempi di buona sceneggiatura e buona messa in scena, guardatevi un po’ di volte la scena della macelleria. C’è il grottesco (con le dita mozzate come fossero braciole), c’è una suspense hitchcockiana di antica memoria, c’è il consueto tema del marciume dietro la superficie immacolata della cittadina di provincia, e poi c’è la faccia scolpita nella pietra di un astro nascente come Jesse Plemons, meglio noto Evil Matt Damon.

Fargo Jesse Plemons



CORRELATI