10 Ottobre 2018 9 commenti

New Amsterdam – Arriva il medico populista di Marco Villa

In New Amsterdam c’è un medico con gli Occhi da Bambi che licenzia la casta e annuncia rivoluzioni a caso

NEW AMSTERDAM -- "Pilot" Episode 101 -- Pictured: Ryan Eggold as Dr. Max Goodwin — (Photo by: Francisco Roman/NBC)

Due occhioni da Bambi spalancati, una testa sempre un po’ piegata di lato e tanta tanta voglia di salvare il mondo. Al di là del genere di cui si parla, se un protagonista di questo tipo vi fa salire il diabete e l’insofferenza, fermatevi pure qui: non solo non serve che guardiate il pilot di New Amsterdam, ma nemmeno che leggiate questa recensione.

New Amsterdam è una nuova serie di NBC, in onda dal 25 settembre e creata da David Schulner (Desperate Housewives, Emerald City). Il New Amsterdam del titolo altro non è che un gigantesco ospedale di New York, una struttura pubblica che per storia e tradizione è in grado di rivaleggiare con le cliniche private. Come tutte le strutture di questo tipo, però, ha problemi di gestione ed ecco arrivare Occhi da Bambi, ovvero il nuovo direttore sanitario, che ha il compito di rimettere in ordine non solo i conti, ma anche il funzionamento stesso dell’ospedale. E qui arriviamo al titolo, perché la prima mossa compiuta da Occhi da Bambi è licenziare in tronco e pubblicamente tutti i cardiochirurghi perché “sono tutti corrotti e pigri”. La casta, in pratica. Allo stesso tempo, garantisce che appoggerà chiunque voglia fare cambiamenti nell’ospedale, senza riflettere un attimo sull’utilità di quei cambiamenti o sul fatto che siano sostenibili. E a questo punto il parallelo mi sembra talmente evidente da non aver bisogno di sottolineature.



new-amsterdam-1

Intorno a Occhi da Bambi (che poi è Ryan Eggold, già in The Blacklist come marito della protagonista) si muovono ovviamente altri medici bravi in modo assurdo, che portano avanti quel difficile equilibrio tra lavoro e vita personale che è alla base di qualsiasi medical da ER in avanti. E proprio guardando a questo genere, al di là delle ironie, non si può certo dire che appartenga alla fascia peggiore: non siamo vicini alle eccellenze del settore come la già citata ER o la prima Grey’s Anatomy, ma abbiamo visto ben di peggio in questi anni. I comprimari girano il giusto, pagano lo scotto di sembrare tutti modelli di Abercrombie, ma non sono mai troppo stereotipati, al punto che l’unico personaggio davvero esagerato è proprio Occhi da Bambi, che sembra voler fare di tutto per tirarsi addosso sberle ogni volta che appare in una scena. E di nuovo il parallelo ecc ecc.

Tutto qui: New Amsterdam è una serie medical che fa il suo, che non saprà convincere chi non è appassionato del genere, ma che non farà nemmeno storcere il naso a chi invece si è divorato tutto quello che passava in una corsia di ospedale in questi anni. Con buona pace di Occhi da Bambi e della medicina populista.

Perché guardare New Amsterdam: perché il fascino del camice vi stende sempre

Perché mollare New Amsterdam: perché Occhi da Bambi vi fa salire la rabbia dopo la prima inquadratura

MiglioreNuoveSerie1

Argomenti medical, New Amsterdam


CORRELATI