2 Dicembre 2019 19 commenti

Serial Moments 405 – Dal 24 al 30 novembre 2019 di Diego Castelli

Furti, orsi e maschere bianche

ATTENZIONE! SPOILER DA RINGRAZIAMENTO DI SHAMELESS, THE WALKING DEAD, THE MORNING SHOW, RAY DONOVAN, HIS DARK MATERIALS, RICK AND MORTY, MR. ROBOT, WATCHMEN

9.Shameless 10×03 – Nuovi padri
L’elemento più “seriale” di questo episodio, nel senso di “Signora mia guardi come passa il tempo”, è sicuramente Lip che videochiama Ian in prigione per fargli vedere il piccolo Freddie. E noi ripensiamo a quando erano tutti e due poco più che ragazzini nella prima stagione…
Però se vogliamo giocare sul semplice, allora ha senso citare pure Kevin che usa Tinder per trovare una nuova migliore amica a V dopo la partenza di Fiona. E il bello è che, di riffa o di raffa, ce la fa!

8.The Walking Dead 10×08 – Tutti un po’ agitatini
Midseason finale in cui si consuma la vendetta contro Dante-la-spia, ucciso da un Gabriel ben poco clericale, e in cui un idiotissimo inseguimento di Alpha fa finire i nostri in una specie di caverna piena di zombie, dove la capa dei whispers li ha condotti con irrisoria facilità, sfruttando la sete di sangue di Carol. Daryl aveva capito che qualcosa non tornava, ma siccome ha un numero preciso di parole che può pronunciare ogni giorno, e in quel momento aveva già raggiunto la quota, non ha detto niente preferendo finire anche lui nel trappolone.



7.The Morning Show 1×07 – Sfuriate
Pensavo che il monologo più bello sarebbe stato quello di Mia, che prende il microfono in mezzo allo studio per dire a tutti che forse la devono piantare di giudicarla (e di giudicare solo lei) come se non fosse possibile commettere un errore senza pagarne le conseguenze per sempre. E invece il premio di monologo più gagliardo se lo prende Alex: ok che la figlia è incazzata per il divorzio dei genitori, e ci può anche stare, ma da qualche parte deve esistere un limite di insulti che puoi tirare a tua madre, oltre il quale la poverina comincia a urlarti dietro. E la sfuriata di Alex non è altro che una nuova ribellione femminile di fronte a un nemico più subdolo dei maschi cattivi e molestatori: siamo infatti al cospetto di una ragazza che, di fronte a una madre in carriera, dà automaticamente a lei la colpa del divorzio, come se la sua stessa voglia di emergere fosse una colpa in quanto donna. E Alex si incazza e la manda affanculo, e fa pure bene.

6.Ray Donovan 7×02 – Pellaccia dura
La famiglia Donovan passa un’intera puntata a pensare a Mick, dato per morto da tutti, e si arriva pure a un Ray che, malgrado cerchi come al solito di passare per il duro che se ne frega, versa qualche lacrima in onore del padre defunto. Ovviamente, però, nell’ultima scena Mick ricompare, tumefatto e insanguinato ma ancora sulle sue gambe. A quel punto Ray non può fare altro che tirargli l’ennesimo pugno del loro burrascoso rapporto.

5.The Mandalorian 1×04 – AT-AT
Ancora un buon episodio di The Mandalorian, che come al solito gioca con una storia semplice e il giusto mix di avventura, azione e citazionismo nerd. In questo caso, oltre all’arrivo nel cast di Gina Carano, che a me smuove sempre delle cose dentro, bisogna citare lo scontro con l’AT-AT, uno dei mezzi da combattimento più famosi di tutta la saga, qui usato da un gruppo di predoni su un pianeta sperduto. Bryce Dallas Howard, talentuosa attrice (Jurassic World e Black Mirror, per dirne due) veste qui i panni della talentuosa regista, che mette in scena un AT-AT che ha le fattezze del mostro mitologico, tutto ruggiti e occhi rossi della notte, e il risultato è praticamente perfetto. Aggiungeteci la solita tenerezza di yodino, e avete un altro episodio da incorniciare.

4.His Dark Materials 1×04 – Orsi e palloni aerostatici
Finalmente qualcosa si muove. I lettori del romanzo sapevano che His Dark Materials avrebbe accelerato con l’arrivo di Lee Scoresby e soprattutto dell’orso Iorek Byrnison, e così è stato. Un episodio ricco, avventuroso, con effetti speciali di primordine, che consiglio di confrontare con quelli de La Bussola D’oro, anche solo per dire “gli effetti speciali della tv del 2019 sono più belli di quelli del cinema del 2007” (anche se naturalmente non vale per tutto il cinema). Ora non dovrebbero esserci più pause, perché adesso di cose succose da raccontare e mettere in scena ce ne sono parecchie.

3.Rick And Morty 4×03 – Heist movie
Esilarante parodia dei film di rapina alla Ocean’s Eleven, in cui i protagonisti finiscono per fronteggiare con un robot che ruba interi pianeti (perché ovviamente Rick e Morty partono sempre da un concetto semplice e normale, e poi esagerano fino alle estreme conseguenze). Nota di merito per il momento in cui Morty va da Netflix a proporgli la sua idea di heist movie: gli emissari della piattaforma sono rappresentati in modo carino, gentile e superdisponibile, ma non passa inosservato un retrogusto ironico che prende in giro la loro propensione a dare una chance a cani e porci.

2.Mr. Robot 4×08 – Bambini immaginari
Dopo le rivelazioni della scorsa puntata, Elliot prova a mantenere un minimo di sanità mentale, e ovviamente lo fa con una terza personalità, quella del sé bambino con cui riesce a ricordare che sì, in effetti stava cercando di combattere padre abusatore (una consapevolezza che può aiutarlo molto in termini di autostima). Ne deriva anche una scena surreale e strappacuore con Mr. Robot che si scusa con Elliot per avergli nascosto la verità. Ma in questo episodio non c’è solo Elliot: applausi anche per la scena in cui Dominique, già ferita gravemente, riesce ad ammazzare quella stronza di Janice, che faceva tanto la figa e poi ha perso la squadra e la vita nel giro di un quarto d’ora. Ben le sta.

1.Watchmen 1×06 – Scorci del passato
Dell’ottimo sesto episodio di Watchmen abbiamo già parlato diffusamente. Nei Serial Moments, a mio giudizio, vale la pena risottolineare l’ormai famosa inquadratura con William davanti allo specchio, mascherato con una striscia di bianco che fa tanto “non è un paese per (eroi)  neri”. Un episodio che, comunque, rimarrà nella memoria a lungo.



CORRELATI