9 Dicembre 2020

Your Honor – Sky Atlantic: Bryan Cranston in una serie di pura angoscia di Marco Villa

In Your Honor, Bryan Cranston è un padre che si trova spalle al muro quando il figlio investe e uccide un ragazzo

Durante la puntata S02E05 del nostro podcast SALTA INTRO, abbiamo parlato delle serie più interessanti in arrivo a dicembre e non avevamo dubbi sul fatto che Your Honor fosse una delle più interessanti. Perché arriva da un network di livello come Showtime e perché ha come protagonista Bryan Cranston, uno che dopo Breaking Bad non ha imbroccato grandi successi, ma che resta comunque uno degli attori che amiamo di più. Your Honor potrebbe essere un titolo in grado di ridargli slancio, ma non è un caso che il personaggio interpretato da Cranston non sia poi così lontano da Walter White.

Your Honor è in onda negli Stati Uniti su Showtime dal 6 dicembre, mentre in Italia arriverà a gennaio su Sky Atlantic e NOW TV. Il creatore è Peter Moffat, che l’ha adattata dall’originale israeliano Kvodo, mentre tra gli executive firmano anche i coniugi King di The Good Wife. Moffat è uno sceneggiatore inglese, che nel 2008 si inventò la serie inglese Criminal Justice, diventata poi quella meraviglia di The Night Of dopo il remake statunitense. Non è un caso, perché Your Honor ha un chiaro legame con la miniserie interpretata da Riz Ahmed e John Turturro e quel legame si chiama ANGOSCIA.

Cranston è Michael Desiato, un giudice che vive con il figlio Adam (Hunter Doohan) dopo la morte della moglie. Nel giorno dell’anniversario della scomparsa, Adam va a portare un mazzo di fiori nel luogo in cui è morta: siamo in una zona malfamata di New Orleans, intuiamo che la madre ha subito una morte violenta e Adam deve scappare da quelle strade perché una gang gli si avvicina in modo minaccioso. Mentre cerca di andarsene va in panico: la benzina sta finendo, gli cade per terra l’inalatore anti-asma e, mentre cerca di prenderlo, investe un motociclista. Inizialmente chiama il 911 per far arrivare un’ambulanza, poi capisce che il ragazzo in moto è morto e scappa.



A breve torno sulla trama, che è una trama thriller, ma prima mi ricollego alla parolina angoscia di cui sopra. Your Honor tocca un tema che è comune a chiunque guidi un mezzo di trasporto, ovvero la consapevolezza che in qualsiasi momento una disattenzione (unita a della mala sorte) ti possa cambiare per sempre la vita. Tutti abbiamo avuto incidenti evitati per una frazione di secondo e Your Honor gioca su quella sottile linea di angoscia che ci unisce. E lo fa nel modo più pesante possibile, ovvero mostrando in modo dettagliatissimo la morte del ragazzo: lo fa con le immagini e lo fa con i suoni, per un’agonia che dura un tempo infinito e che è resa in modo estremamente fisico. È un pugno nello stomaco, che porta lo spettatore a bordo e lo mette sotto una cappa pesantissima da cui non uscirà per il resto del pilot. 

Pilot che prosegue con Adam che confessa tutto al padre: i due decidono di andare in un distretto di polizia per costituirsi, ma lì il giudice scopre che la vittima è il figlio di uno dei grandi boss criminali della città, interpretato da Michael Stuhlbarg. Costituirsi e finire in prigione sarebbe una condanna a morte per Adam e così inizia la parte più tensiva di Your Honor, che vedrà padre e figlio tentare di nascondersi dalla legge, ma soprattutto dalla famiglia mafiosa. È qui che inizia la walterwhiteizzazione del personaggio di Cranston, che è costretto a deviare da una vita da simbolo di giustizia e legalità. Di nuovo: angoscia, derivante dalla disperazione di un uomo che ha già perso la moglie e non può perdere anche il figlio.

La prima puntata di Your Honor non concede nemmeno un attimo di respiro: cupa e oppressiva proprio come fu ai tempi The Night Of. Là, però, il personaggio di John Turturro riusciva ogni tanto ad alleggerire la situazione, mentre in questo caso non si vedono all’orizzonte vie di fuga di alcun tipo. I dieci episodi di Your Honor saranno da vivere in apnea e la visione sarà un’esperienza tutt’altro che semplice. Sempre che, come me, non decidiate che la sofferenza vista nel primo episodio non sia già più che sufficiente. Sto invecchiando, lo so.

Perché guardare Your Honor: perché ha un pilot tesissimo e opprimente

Perché mollare Your Honor: perché supera il livello di guardia dell’angoscia

MiglioreNuoveSerie1



CORRELATI