10 Gennaio 2022

Serial Moments 509 – Dal 2 al 8 gennaio 2022 di Diego Castelli

Eredità paterne, rivolte carcerarie e cugini davvero brutti

ATTENZIONE! SPOILER PELOSI DI THE BOOK OF BOBA FETT, YELLOWJACKETS, THIS IS US, MAYOR OF KINGSTOWN, DEXTER: NEW BLOOD

5.The Book of Boba Fett 1×02 – I cuggggini e i wookiee
Immagino che per gli autori il serial moment più importante di questa puntata sarebbe dovuto essere l’assalto al treno, che così, già solo come definizione, fa capire quanto The Mandalorian e The Book of Boba Fett vogliano pescare nell’immaginario del western per la loro fantascienza. Il problema è che non l’ho trovata una scena così ispirata dal punto di vista visivo, e più in generale boh, un treno nel deserto di Tatooine, c’è qualcosa che non mi torna.
Molto più interessanti da citare sono i Twins, ovvero i gemelli cugini di Jabba The Hutt, alla loro prima (buffa) apparizione nell’universo di Star Wars, ma forse soprattutto Black Krrsantan, un cacciatore di taglie wookiee (la stessa specie del più famoso Chewbacca) che finora era apparso solo nei fumetti, e che qui invece fa la sua prima comparsa in live action con un carisma piuttosto importante. Speriamo di rivederlo.

4.Yellowjackets 1×08 – Boom
Vale la pena citare due scene, all’inizio e alla fine. Prima di tutto la sopravvivenza di Van, che avevamo dato per morta sbranata dai lupi, e che invece si risveglia sulla sua stessa pira funeraria, in una scena tanto violenta quanto grottesca, seguita dai suoi penosi tentativi di trovare la salvezza quando le manca mezza faccia. E in secondo luogo la morte di Laura Lee: l’esplosione dell’aereo su cui viaggiava è stata tosta, uno di quei casi in cui intimamente sai che andrà male perché se non andasse male la serie sarebbe già finita, ma ci speri lo stesso. Non mi torna tanto il tono assunto dalla puntata nel suo complesso riguardo il personaggio di Laura, devota cristiana a cui vengono anche dedicati dei flash back che fanno tanto “ora cominciamo ad approfondire un personaggio interessante”, e che invece conclude la sua corsa in una bolla di fuoco e fiamme.
Poi oh, da ateo incattivito quale sono, alla morte spettacolare dei personaggi super-credenti un sorrisino mi scappa sempre.



3.This Is Us 6×01 – La piccola verità
È tornata This Is Us, per la sesta e ultima volta, e l’ha fatto con un episodio magari non roboante, ma sempre gestito con misura ed eleganza. Se devo scegliere una sequenza specifica, punto sul momento in cui Randall si trova al cospetto del tizio che si era introdotto a casa loro, ormai due anni fa, spaventandoli a morte e rifilando allo stesso Randall un trauma non da poco. La scelta di presentarci quest’uomo come una persona psicologicamente fragile, perfino debole, che nemmeno ricorda buona parte delle sue azioni criminose, è in perfetto stile This Is Us, e giustissima per il personaggio di Randall. Non perché si voglia sminuire la portata di un crimine o consigliare al personaggio di farsi una risata e non pensarci più, ma perché This Is Us è una serie che racconta della complessità delle persone e dei contesti, non si accontenta delle divisioni manichee fra bene e male, giusto o sbagliato, cerca di andare al cuore dei fenomeni emotivi, e sappiamo bene (anzi, forse non sappiamo abbastanza) quando la rappresentazione di chi delinque come di un malvagio senza se e senza ma sia spesso una visione distorta e semplicistica della realtà. Nello specifico di Randall, poi, serve comunque a sottolineare, prima di tutto agli occhi di Randall stesso, la sua capacità di concentrarsi con troppa enfasi su certi dettagli non necessariamente decisivi, perdendo così di vista altre cose importanti, cosa che per un politico e gestore della cosa pubblica, per quanto locale, non è proprio il massimo. È tutta crescita.

2.Mayor of Kingstown 1×09 – Rivolta!
In questa puntata Mike e Iris vengono lasciati in pace, così che la ragazza possa cominciare lentamente a guarire dai molti traumi subiti, magari con l’ausilio di un bel pianto a dirotto sul petto del rispettoso salvatore. Ma la vera azione è alla prigione, dove i detenuti mettono in atto il loro piano e danno il via a una rivolta sanguinosa, in cui l’apporto strategico di Milo – qui realmente in versione Littlefinger come ai bei tempi di Game of Thrones – consente di mettere in scacco i poliziotti. Morti, feriti, scene di grande tensione, e la paura per il fratello di Mike, sopravvissuto al primo assalto ma tutt’altro che fuori pericolo.
E chi chiamerai?

1.Dexter: New Blood 1×09 – Tale padre…
Altra puntata molto succosa, che dopo un po’ di altre confessioni/racconti di Dexter al figlio arriva a un momento cruciale per la serie tutta: il protagonista consente al suo erede di partecipare all’uccisione di Kurt, che avviene nel solito modo fra coltelli e teloni di plastica, con la differenza che questa volta c’è anche uno spettatore. Non mi ricordo più: è la prima volta che succede, oppure Dexter aveva già avuto compagnia durante uno dei suoi omicidi? Beh, in ogni caso nessuno così importante come suo figlio, che se ne sta lì anche all’inizio dello smembramento del cadavere.
Il dettaglio migliore della scena è comunque un certo spaesamento da parte di Harrison, una partecipazione che sembra turbata da qualche ripensamento o disagio. Quale che sia il motivo (Harrison forse non ha davvero il dark passenger? Oppure ha bisogno di esprimerlo e incanalarlo in modo diverso dal padre?), è una tensione che ci lascia con il dubbio (dai, diciamo certezza) che la cosa non possa essere risolta così facilmente, con Dexter-Batman che trova un Harrison-Robin a cui insegnare il mestiere di serial killer, e vissero tutti felici e contenti. Anzi, con la morte di Kurt e con un solo episodio prima della fine della stagione, è probabile che i problemi arriveranno non solo dalle forze dell’ordine (Angela ha ricevuto un biglietto che rivela la responsabilità di Dexter nella morte di Matt, mandato forse da Kurt o chissà da chi altro), ma anche dal rapporto ora apparentemente strettissimo fra padre e figlio.



CORRELATI