20 Aprile 2015 15 commenti

Serial Moments 177 – Dal 12 al 18 aprile 2015 di Diego Castelli

Sorella malmenate, pagani battezzati e gente che si prova le vestaglie della madre

:
:
:
ATTENZIONE! SPOILER PERNICIOSI DI VIKINGS, ARROW, BATES MOTEL, ONCE UPON A TIME E GAME OF THRONES (E IN FONDO FLASH E IZOMBIE)

 

5. Vikings 3×09 – Nel dubbio mi battezzo
Sono un po’ di puntate che il povero Ragnar non ci sta tanto con la testa. Un “Re Folle”, se mi permettete il parallelo con vecchie storie di Game of Thrones. Ma sempre un re carismatico, forte, e comunque l’unico in grado di scegliere le strategie migliori, visto che quelli che di volta in volta lo sostituiscono si fanno menare come pignatte. Allo stesso tempo, i suoi fedeli compagni non la prendono benissimo quando il Lothbrok si fa battezzare nell’ipotesi di rivedere Athelstan nell’al di là. E ora non so mica se riuscirà a tenerli in pugno come prima, c’è Floki che a vederlo gli venuta l’orticaria…



vikings ragnar battezzato

4. Arrow 3×19 – Deve far male!
Per buona parte dell’episodio l’addio di Roy sembra essere il serial moment quasi scontato, ma alla fine arriva la sorpresa: in uno scontro evidentemente impari Ra’s al Ghul sottomette la sorella di Oliver e la trafigge senza troppi complimenti. Dubito sia morta-morta (ce l’avrebbero fatto vedere in modo diverso), ma ora al protagonista gireranno le palle in modo vorticoso, costringendolo a risvegliarsi dalla recente apatia per salvare la sorella e magari vendicarne l’aggressione. Si prevedono botte da orbi.

arrow thea

3. Bates Motel 3×06 – Primo cosplay
Dunque, non credo che nessuno se ne avrà a male se spoilero un film del 1960, giusto? Ecco, nel buon vecchio Psycho di Hitchcock alla fine si scopre che il serial killer non è la madre di Norman, come certe scene farebbero pensare, bensì lo stesso Norman, appassionato di tassidermia e di cosplay che tiene la mummia della madre in cantina (o in soffitta? non mi ricordo più…) e si traveste da lei per colpire le sue vittime. Consci di questo fatto, e sapendo come Bates Motel basi gran parte del proprio fascino sulla costruzione del rapporto tra Norman e sua madre, diventa ovviamente importante il primo episodio in cui il ragazzo, in un momento di sdoppiamento della personalità per nuuuuulla inquietante, si mette su la vestaglia della genitrice e si piazza ai fornelli. Recitazione un po’ troppo caricata, quella di Freddie Highmore, ma il brividino lungo la schiena arriva lo stesso.

bates motel cosplay

2. Once Upon a Time 4×18 – Hai capito la stronza?
Tendenzialmente Once Upon a Time mi annoia abbastanza, e faccio sempre fatica a vedere come si è ridotta Biancaneve dopo la maternità. Però seguo comunque la serie perché mi interessa vedere cosa fa andare in brodo di giuggiole le fan in giro per il pianeta, visto che di solito è molto diverso da ciò che piace a me. Stavolta però credo siamo tutti d’accordo: lo svelamento del fatto che la bella Marian è in realtà morta da tempo, sostituita dalla stronza Zelena che faceva i suoi porci comodi tessendo le sue porche trame, be’, è proprio un bel twist. Non solo per la sorpresa in sé, e per la cura con cui gli autori hanno preparato lo sgancio della bomba. Ma soprattutto perché questo evento libera completamente la strada all’amore tra Robin e Regina, sorta di sassolino (sassolone) nella scarpa di tutti i fan. Certo, si poteva anche uccidere Marian e basta, ma così è molto più fico!

once upon a time zelena

1. Game of Thrones 5×01 – Pietà per Mance
Abbiamo scritto un articolo che spiegava come il primo episodio della quinta stagione fosse leggermente moscio, e poi finisce primo nei serial moments, com’è sto fatto? Non c’è contraddizione, in realtà, in parte perché è stata una settimana leggermente piatta (a parte il finale di Justified che non ho visto e metto fuori concorso), e in parte perché comunque, al netto di una puntata non eccezionale, la morte di Mance per mano del compassionevole Jon Snow rimane uno snodo importante della vicenda, nonché una scena di impatto abbastanza notevole (se avesse cominciato a gradire sul serio mi sa che avrei messo un cuscino davanti alla faccia, o una cosa così).

game of thrones jon snow

 

Fuori concorso perché mi fate simpatia
Justified 6×13 – The end
Tocca ribadire che non ho seguito Justified. Però la passione che vedo in voi è genuina e a volte perfino vagamente assatanata, per cui trovo giusto (o quantomeno democristianamente saggio) segnalare nei moments la fine della serie, che in molti avete tenuto a sottolineare essere perfetta-clamorosa-maivistaunarobacosì. Ovviamente non posso dire niente di specifico sul finale perché non l’ho visto, ma questo fuori concorso è dedicato a voi. Se poi questa estate comincerò sul serio il recupero ne riparleremo.

Fuori concorso quelle frasette un po’ così
The Flash 1×18 – Crossover simpa
I crossover FlashArrow sono sempre divertenti, ma di solito sono pressati da una certa cappa di oscurità dovuta al fatto che Oliver Queen è brioso e frizzante come un opossum schiacciato in auostrada. Stavolta però a crossovare non è lui, bensì Ray Palmer, che invece è un simpaticissimo cazzone. La cosa bella, comunque, sta in una scena precisa. Nei panni di Atom (che nei fumetti ha poteri assia diversi, mentre qui è una specie di clone di Iron Man), il nostro simpatico riccone vola nel cielo e viene scorto dagli altri personaggi, che si fanno domande tipo “Cos’è? È un uccello? È un aereo?”. Sono le classiche domande che i passanti rivolgono verso Superman, cosa che ovviamente crea una citazione piuttosto figa. Se pensiamo poi che l’attore che interpreta Palmer, cioè Brandon Routh, ha effettivamente impersonato l’Uomo D’acciaio in Superman Returns, ecco che il nerdgasmo si fa più vicino.
Tra l’altro, la creazione di questa citazione è tipo la prima cosa buona provocata da Superman Returns dai tempi dell’uscita al cinema…

flash ray palmer

 

L’angolo delle guest star
iZombie 1×05 – Dick Casablanca

Quando abbiamo recensito il pilot di iZombie ci è parso giusto mettere in evidenza i molti punti di contatto con Veronica Mars, serie precedente di Rob Thomas. Be’, ora ce n’è uno in più: in questo episodio fa un’ospitata Ryan Hansen, mitico Dick Casablancas della vecchia serie (nonché protagonista dello spinoff tutto suo). A questo punto chiamatelo tipo “Dead Veronica” e facciamola finita…
izombie ryan hanes

 



CORRELATI