28 Settembre 2020

Serial Moments 445 – 20 al 26 settembre 2020 di Diego Castelli

Volpi a nove code, eroine naziste e androidi con sorpresa

ATTENZIONE! SPOILER AUTUNNALI DI LOVECRAFT COUNTRY, THE THIRD DAY, THE BOYS, RAISED BY WOLVES, TED LASSO, COBRA KAI

5.Lovecraft Country 1×06 – Naruto sei tu?
Tutta la puntata è un lungo flashback che racconta l’esperienza di Atticus durante la Guerra di Corea, quando si innamorò di una bella ragazza che in realtà ospitava un demone evocato dalla madre di lei. Ma al di là della storia nuda e cruda, che vabbè, non ho trovato nemmeno così clamorosa, a farmi venire la lacrimuccia è il fatto che quella creatura non era altro che la Volpe a Nove Code, che durante la puntata dà vita a qualche scena parecchio horror, ma che nel mio cuoricino di vecchio fan rimanda soprattutto a Naruto, pure lui ospite del famoso demone, anche se lui evitava di far esplodere la gente con cui andava a letto. Piccole differenze, diciamo.

4.The Third Day 1×02 – Resto o me ne vado?
In una serie come The Third Day, dove un personaggio è chiamato a temere un certo luogo ma anche a provarne fascinazione, il risultato è ottenuto tramite vari strati di pericolo strisciante – tipo ragazzini mascherati che vanno in giro a tirare asce, e uomini distrutti che puntano fucili a caso – affiancati all’affetto e all’amicizia di una donna che, per il suddetto personaggio, possono avere una funzione salvifica, e a una ragazzina bisognosa di qualcuno che la protegga. Il tutto retto da un attore, Jude Law, che quando finisce in mezzo ai boschi e rischia (forse) di morire, regge benissimo una scena fatta di pochissimi elementi, ma in cui lo sgomento è sempre perfettamente leggibile sul suo volto.



3.The Boys 2×06 – Peni e nazisti
Episodio abbastanza scoppiettante, quantitativamente dominato dal tentativo di Butcher e compagni di ottenere qualche informazione da un misterioso ospedale psichiatrico trovato da Starlight nelle mail di Stormfront. Si scopre essere un posto pieno di cavie adulte a cui viene iniettato il composto V per cercare una formula che lo stabilizzi, visto che l’iniezione negli adulti causa sovente problemi mentali e decessi. E qui non possiamo che ridere di gusto alla vista del sup dotato di pene tentacolare che attenta alla vita di Mother’s Milk (che rimane comprensibilmente scosso dall’accaduto) e dalla comparsa di Cindy, una super con poteri devastanti e una mente non proprio equilibrata, che sicuramente rivederemo. Ma forse le rivelazioni più interessanti arrivano dal finale, quando scopriamo nuove informazioni sulla vera identità di Stormfront, nata nel 1919 ed moglie di Vought, proprio il fondatore della compagnia. Stormfront è di fatto la prima persona ad aver sperimentato una versione funzionante del composto V, e ora porta avanti gli ideali del marito, che altro non era che un pupillo di Hitler che avrebbe assai apprezzato l’arianità di Homelander. Dopo la svolta nazista, a non tornarmi del tutto è il fatto che Stormfront sembra davvero innamorata di Homelander, anche se all’inizio pareva più che altro volerlo manipolare. Vedremo cosa succederà, non mi spoilerate il fumetto please.

2.Raised By Wolves 1×08-09 – Dolce attesa
Ci sarebbe da parlare parecchio di questo doppio episodio e della carica simbolica che si porta dietro, magari lo rifaremo dopo il season finale di questa settimana. Fatto sta che non si può non citare la gravidanza di Mother, che si inserisce in un discorso più ampio sulla natura dell’umanità e su ciò che la caratterizza in quanto tale, inserito in una serie che continua a giocare su simboli a specchio che mettono di fronte, per esempio, un’androide gravida e una donna umana sterile, oppure un “Padre” sintetico amorevole e protettivo e uno biologico violento e imprevedibile, oppure ancora quello stesso uomo con la sua identità fittizia, che lo ricopre fisicamente per trasformarlo in ciò che non è. Insomma, un sacco di spunti, ma il succo è proprio lì, nel ventre di Mother, che già aveva “dato vita” agli embrioni con cui aveva viaggiato fino a Kepler, ma che non aveva potuto esperire una maternità che invece ora si configura come “qualcosa che ti cresce dentro e che devi nutrire”. La scena migliore è quella in cui Mother scopre la sua nuova condizione, assistita da un collega androide con cui nasce un dialogo assolutamente surreale, in cui la gravidanza viene analizzata punto a punto, freddamente, mettendo però le basi per un risveglio quasi mistico dell’androide, che nel miracolo della riproduzione scorge la mano di un Creatore che è sempre meno umano.

1.Ted Lasso 1×09 – Confessioni
E niente, è matematico, ogni puntata di Ted Lasso finisce col sorrisone e un rinnovato ottimistmo verso la vita. In questo episodio almeno due momenti super emozionanti: il primo è la confessione di Rebecca, che svela a Ted di averlo sabotato fin dall’inizio, ricevendo in risposta… il perdono dell’allenatore, che sa benissimo quante cose pazze sia capace di scatenare un divorzio (la bontà di Ted in questo caso è veramente una cosa da magone). E il secondo momento è la scelta di Roy di accettare un posto fra le riserve, riconoscendo il tempo che passa ma rinnovando il suo amore per la squadra.

SERIAL MOMENTS VINTA(BIN)GE
Cobra Kai 2×01 – Vecchie ruggini
È arrivata su Netflix da poco, ma in realtà su youtube c’era da mesi, eppure non avevo ancora guardato la seconda stagione di Cobra Kai, che invece ora ho finalmente iniziato. E la scazzottata fra Johnny e il vecchio maestro John Kreese è una di quelle cose che aspettavamo da 35 anni senza neanche saperlo. A parte questo, tuttora mi stupisco (piacevolmente) di quanto William Zabka sia un attore più bravo di Ralph Macchio, che invece è proprio poca roba, tutto sommato. Barney Stinson aveva ragione anche su questo.



CORRELATI