17 Maggio 2021

Serial Moments 476 – Dal 9 al 15 maggio 2021 di Diego Castelli

Fanciulle ritrovate, ancelle riunite e madri ballerine

ATTENZIONE! SPOILER VACCINATI DI CRUEL SUMMER, THIS IS US, THE GOOD DOCTOR, THE MOSQUITO COAST, THE HANDMAID’S TALE, MARE OF EASTTOWN, MAYANS, POSE

9.Cruel Summer 1×05 – Citazionismo filiale
Scusate ma questa è proprio una di quelle cosucce piccine che mi mandano fuori di testa. Se guardate la serie o avete letto la recensione, sapete che Cruel Summer è ambientata nei primi anni Novanta, e che nel suo cast c’è anche Harley Quinn Smith, la figlia del regista Kevin Smith. Ebbene, in questo episodio Mallory, il personaggio di Smith, a un certo punto dice all’amica Kate: “ti va di riguardare Clerks?”, che altro non è che il primo, più famoso e amato film del padre dell’attrice, uscito nel 1994. Voglio assolutamente credere che Kevin Smith non sapesse questa cosa e l’abbia scoperta guardando la puntata, facendosi scendere una lacrimuccia. Se sapete che non è così, non ditemelo!

8.This is Us 5×14 – Eleganza
Fra i suoi molti pregi, This Is Us è anche una delle serie tv più eleganti su piazza, nel senso della capacità di raccordare immagini, ricordi, piani temporali e musiche con una fluidità senza pari, creando piccoli squarci di vera e proprio poesia audiovisiva.
Se non ci credete, guardate la scena di apertura di questo episodio, in cui gli antichi sogni danzanti di Beth vengono messi in parallelo con la decisione di provare ad aprire una scuola di danza in età ormai adulta, e poi ancora accoppiati alla chiusura della stessa scuola, che non riesce a reggere l’urto della pandemia. Il trasformarsi delle lezioni in presenza in lezioni con la mascherina, e poi in lezioni in remoto, con un numero sempre più piccolo di partecipanti, è una roba che strazia le viscere più di qualunque articolo o statistica sulle attività chiuse per Covid.



6.The Good Doctor 4×16 – Questo è bravo eh
Per quanto fosse naturalmente possibile – non solo in generale “nelle serie tv”, ma anche perché siamo in un medical – non credevo che avrebbero fatto morire il bambino non ancora nato di Shaun e Lea. Ma al netto di questa decisione, di per sé non rivoluzionaria, trovo giusto sottolineare la performance di Freddie Highmore: che fosse bravo lo sapevamo già anche prima di The Good Doctor, ma in questo episodio si supera perché riesce a mostrare l’insorgere di emozioni potentissime nel suo personaggio, trattenendole però dietro la consueta rigidità del suo autismo. Mostrare entrambi gli elementi è un esercizio di equilibrismo recitativo che a tratti lascia a bocca aperta.

5.The Mosquito Coast 1×04 – Madri e zie
Dopo essere stati salvati dal deserto, i nostri non sono ovviamente al sicuro, perché sono capitati nella magione di un tizio poco raccomandabile la cui zia è una specie di boss della mala messicana. Molto gustoso il momento in cui la pericolosa nonnetta si bulla con Allie e Margot di avere in pugno il loro figlio, salvo poi sentirsi dire le stesse identiche parole smargiasse quando la situazione si ribalta e Margot tira fuori le unghie da madre incazzata che Wolverine al confronto è un micino tutto pelo.

4.The Handmaid’s Tale 4×05 – Reunion
Nel suo complesso, l’episodio è meno ficcante di altri che abbiamo visto, ma certamente finisce in crescendo: trovatasi sotto un bombardamento in realtà voluto o quanto meno non ostacolato da Lawrence e Nick (qual è la soglia oltre la quale i tentativi di proteggere a ogni costo la sopravvivenza di una singola persona ti trasformano in un attivo?) June ritrova Moira, venuta a portare aiuto al di qua del confine. Momento simpatia e commozione, ma anche potenziale momento di svolta: June vorrebbe lottare attivamente contro Gilead, ma è un po’ dura se tutti quelli che trova in giro vogliono solo sopravvivere. Vediamo se Moira riuscirà a dare una mano come si deve.

3.Mare of Easttown 1×04 – Eccola lì
Abbiamo già avuto modo di dire come Mare of Easttown sia una bella serie non perché si inventa chissà che, ma perché fa benissimo tutto quello che ci aspettiamo da un prodotto come questo. Non fa eccezione il momento della ricomparsa di Katie, la ragazza scomparsa da un anno che fin dal primo episodio macchiava la reputazione da detective della protagonista. Ebbene, in fondo sapevamo che non era morta per davvero e che sarebbe ricomparsa, perché succede sempre così in queste serie tv. Eppure, per il tempismo e i modi della messa in scena, quando una ragazza viene rapita e si ritrova in una cella buia insieme a un’altra che rivela di essere Katie, il cuore ci manca comunque un battito, perché tutto quello che è stato fatto per arrivare a questo momento è stato semplicemente perfetto.

2.Mayans 3×10 – Mai una gioia
Il finale di stagione di Mayans MC non ha una scena così potente come il suicidio di Steve della settimana scorsa, ma mette comunque molta carne al fuoco di una trama abbastanza complessa, un po’ com’era quella delle ultime stagioni di Sons of Anarchy. Sottolineo due momenti di tono e atmosfera molto diversi. Il primo riguarda EZ e Gaby, con la ragazza che decide di lasciarlo su consiglio di Felipe: la scena in cui EZ parla con il padre, rendendosi conto che è stato proprio il vecchio a convincere Gaby ad andarsene, ha un che di straziante perché EZ vorrebbe tantissimo amare tutti, ma alla fine, fra una cosa e l’altra, non può amare nessuno, come se l’oscurità che secondo Felipe grava sulla famiglia Reyes fosse una profezia che si autoavvera.
E l’altro momento memorabile è il finale in cui EZ, che pensava di aver orchestrato un piano bellissimo ed efficacissimo per far diventare Bishop il re di tutti i Mayans, si trova in realtà alla porta un intero plotone di quelli che dovrebbero essere suoi fratelli, apparentemente pronti a radere al suolo Santo Padre. Non è andato tutto esattamente come previsto…

1.Pose 3×03 – Un passato difficile
Siamo all’ultima stagione della serie e se non rivanghiamo ora il passato non lo rivanghiamo più. Ecco allora un episodio tutto dedicato all’inizio della carriera di Elektra, che da ragazza trans cacciata di casa dalla madre e costretta alla prostituzione diventa regina dei balli. Particolarmente forti sono le scene in cui il trucco e parrucco di Elektra, che fa davvero parte del suo modo di essere, viene sporcato e divelto dalla violenza della stessa madre, che cerca di portare alla luce una verità biologica che però non corrisponde alla realtà dell’anima e dei sentimenti.



CORRELATI