6 Luglio 2015 9 commenti

Serial Moments 188 – Dal 28 giugno al 4 luglio 2015 di Diego Castelli

Scherzoni burloni, ratti in bocca e poveri italiani appesi

 

ATTENZIONE! SPOILER ACCALDATI DI MR. ROBOT, HAPPYISH, PENNY DREADFUL, SALEM, HANNIBAL, TRUE DETECTIVE ED EXTANT!
(COME SEMPRE, IN CASO DI SPOILER NEI COMMENTI, SI PREGA DI SEGNALARLI CON PRECISIONE)

 



5. Mr. Robot 1×02 – Divertimenti al pontile
Secondo episodio interlocutorio per Mr. Robot, che mostra le stesse buone cose (da brivido le primissime inquadrature) ma anche gli stessi difettucci trovati nel pilot. Il finale però è sorprendentemente buffo: dopo un breve dialogo con Elliot, parlando di promesse non mantenute e fiducia, Mr. Robot butta giù il protagonista dal pontile. Solo col terzo episodio vedremo quanto la cosa vada considerata drammatica e quanto comica (tutto dipende dalla condizione dei femori di Elliot) però intanto mi ha fatto rimanere lì a bocca aperta con un “whaaat?”

Mr. Robot

4. Happyish 1×10 – Sweet (o shit?) Jesus
Happyish è stata una delle sorprese della stagione, non tanto per quello che dice (storie che esaltano il valore di indipendenza, famiglia e affetti sopra il lavoro ce ne sono a bizzeffe) ma per il come: per la disperata voglia di felicità dei protagonisti, per le ardite (anche se sempre esplicite) metafore, e in generale per un’arguzia e un’intelligenza magari troppo autocompiaciute, ma sempre gustose da guardare. Il finale non è da meno, con una chiusura insieme dolce e amara della vicenda di Thom (c’è un nuovo figlio in arrivo, ma anche l’impossibilità di perseguire i propri sogni causa nuova-bocca-da-sfamare), ma soprattutto con l’ultima grande metafora, rappresentata attraverso gli sforzi romanzeschi dello stesso protagonista: Thom immagina la vicenda di un uomo che come lui vede “la luce”, capisce il senso del tutto, ma si trova nella difficoltà di comunicarlo a una massa di gentaglia ormai troppo asservita ad altre logiche e altri obiettivi. Il bello, ovviamente, è la scelta di come rappresentare questa “luce”: una macchia di merda nelle mutande a forma di Gesù Cristo. Appplausi, e tutti a casa.

Happyish shit jesus

3. Penny Dreadful 2×09 – Qui cagnolino, cuccia!
Penultimo episodio di Penny Dreadful e finale da lacrimuccia: dopo vari attestati di amicizia reciproca, Ethan e Sembene si ritrovano intrappolati uno spazio angusto proprio in una notte di luna piena. Sembene probabilmente tira dei bestemmioni mentali che non ci fanno sentire, mentre Ethan propone di suicidarsi per non essere costretto a trasformarsi in licantropo a mezzo metro dall’amico. Sembene però lo ferma, dichiarando di essere solo un uomo, mentre Ethan evidentemente è stato scelto da Dio per essere qualcosa di più. Bella scelta ragazzo, bella scelta…

Penny Dreadful licantropo

2. Salem 2×13 – Ratti e diavoli
Dopo il pilot dell’anno scorso abbiamo parlato poco di Salem, che per certi versi rischia sempre di passare come la sorella sfigata di Penny Dreadful, per lo meno in termini di valore artistico. Allo stesso tempo, però, anche lei può condividere con Penny il ruolo di “ecco come doveva essere American Horror Story Coven invece di quella ciofeca per teenager”, e ogni tanto piazza dei bei colpi truculenti. Questo season finale per esempio è piuttosto ricco, sia dal punto di vista narrativo (si veda l’uscita di scena della contessa, e forse addirittura quello di Mary), sia sotto l’aspetto prettamente visivo/schifido: quando Anne infila il suo famiglio (altrimenti detto “ratto enorme”) nella gola di Cotton, ho assunto la classica posizione cuscino-sugli-occhi-ma-con-piccolo-spiraglio, perché in fondo le scene turpi le vuoi vedere, sei lì per quello.

Salem topo

1. Hannibal 3×05 – Però non dategli le spalle cazzarola!
Un sentimento di italico patriottismo mi spinge a dare il primo posto ad Hannibal, dove questa settimana il nostro cannibale ha prima ucciso il povero Pazzi (il Fortunato Cerlino di Gomorra) per poi prendersi qualche sonora manata da parte di Jack. Tutte scene piuttosto cariche, tutta roba forte che ci piace. Allo stesso tempo, però, bisogna fare un appello ai poliziotti: se sai di avere di fronte uno dei killer più spietati E intelligenti che la Storia ricordi, come cazzo ti viene di dargli le spalle mentre cerchi di fregarli la roba? E perché, invece di ucciderlo rapidamente, decidi di sbatacchiarlo per tutta casa fino a dargli inevitabilmente la possibilità di scappare? Ogni tanto i buoni sanno essere proprio goffi…

Hannibal Pazzi

Fuori concorso in castigo
True Detective 2×02 – Salvarsi in corner non vale
Suppongo che molti si aspettassero il primo posto per True Detective. Ed è sicuramente vero che l’ultima scena del secondo episodio, con Ray vittima di fucilate a bruciapelo, è un colpo non indifferente. Però non vale, perché suona proprio come un contentino alla fine di un episodio troppo moscio e noioso, in cui metà del tempo se ne va parlando di mercato immobiliare. Inoltre, quel cliffhanger è un po’ una sciocchezza sia che vada in un modo sia che vada nell’altro: se Ray non è morto, allora era proprio una cosa “tanto per”, giusto per fare scena, e non rende onore alla fama della serie; se invece fosse morto sul serio sarebbe sicuramente una mossa più coraggiosa, ma lascerebbe la serie priva dell’unico personaggio che per ora spaccava sul serio. Sì insomma, mi avete fatto saltare sulla sedia, ma stavolta la classifica non ve la meritate. In castigo.

Fuori concorso per furbizia
Extant 2×01 – Sostituzione a fine primo tempo
Ho guardato il primo episodio della seconda stagione di Extant, senza ricordarmi che la prima l’avevo lasciata a metà. Quindi il previously mi ha vomitato addosso una quantità di informazioni sconosciute che mi hanno leggermente stordito. Sono comunque contento di non aver spento tutto, perché così sono stato testimone di un’eccezionale furbata: la morte di John (con addosso l’etichetta di traditore giusto per non farcelo rimpiangere) e la sua immediata sostituzione, come “maschio” della serie, da parte di JD Richter. Fuor di narrazione, si tratta di sostituire Goran Visnjic con Jeffrey Dean Morgan. Che per carità, io ho sempre avuto grande affetto per il Visnjic dai tempi di ER, ma vuoi mettere il carisma e l’appeal sul pubblico femminile di un Morgan, che ogni volta che apre bocca sembra che debba mettere incinta qualcuna? Dai, proprio un’altra categoria…



CORRELATI