26 Settembre 2016 12 commenti

Serial Moments 249 – Dal 18 al 24 settembre di Diego Castelli

Finali a sorpresa, matrimoni iperseriali e gente fuori di testa

ATTENZIONE! Spoiler a valanga di Ray Donovan, Halt and Catch fire, Atlanta, Mr. Robot, This is Us (e in fondo The Big Bang Theory, You’re The Worst, Scream Queen, Gotham, Agents of Shield e How to get Away with Murder)

5.Ray Donovan 4×12 – Aiutami ad aiutarti
Quarto finale di stagione per Ray Donovan, e tutto sommato la storia criminal-mafiosa finisce in maniera abbastanza banale, con il protagonista che, una volta messo alle strette, decide di uccidere un po’ tutti. Ma va?
Più importante è però la… disposizione d’animo di Ray, chiamiamola così. Invece di fare da solo, tenendo poi il broncio a tutti, Ray decide che è il momento di riunire la gang manco fossimo in Buffy e chiedere l’aiuto di tutti, perché sennò non ce la fa. Novità assoluta per il nostro burbero fixer, che lo fa diventare più umano e meno robot-appassionato-di-tragedie.

Ray Donovan



4.Halt and Catch Fire 3×06 – Ma allora ti piace!
In una stagione in cui la divisione fra i due blocchi (Joe da una parte e tutti gli altri dall’altra) sembra ancora più netta che in passato, basta un nonnulla per rendersi conto di quanto anche un personaggio come quello di MacMillan, così geniale e fuori dagli schemi, continui a mettere in mostra vistosi e umanissimi punti deboli, che rendono la sua figura ancora più interessante. E il suo punto debole più evidente è Cameron: per quanto sembri sempre lei una vittima del carisma di lui, in realtà la cosa funziona anche al contrario. In questa puntata, per esempio, Cameron prende Joe a male parole ordinandogli di confessare il furto intellettuale ai danni di Gordon. Lui prima fa il figaccione sostenuto, ma poi alla fine, in ufficio con l’avvocato, confessa tutto. Certo, può essere che lui abbia avuto una rivelazione, specie ora che cerca di dare corpo al sogno di diventare un guru assoluto dell’informatica. Oppure, più semplicemente, perfino uno come lui scodinzola quando la donna amata gli dice di scodinzolare. Capita a tutti fratello, non te la prendere…

Hal and Catch fire

3.Atlanta 1×04 – Zan
Nel suo apparente sonnecchiare, senza grande meta o scopo, Atlanta in realtà piazza improvvisi e limpidi colpi di classe: in questa puntata c’è Zan, prototipo dello youtuber/influencer/drogato di social, che attacca ferocemente il povero Paper Boi senza provare per lui alcun odio particolare, ma solo come strategia di marketing applicata alla raccolta di like e visualizzazioni. E conclude l’episodio mandando un bambino a consegnare una pizza, per poi filmarlo mentre il tipaccio all’interno gli ruba i soldi. Spero proprio di vederlo ancora…

Atlanta

2.Mr. Robot 2×12 – Beh come sempre no? No.
Io me lo vedo Sam Esmail, da solo alla sua piccola scrivania. Dubito gli interessi alcunché della FSociety e del Dark Army: il suo primo obiettivo, ciò su cui si arrovella ogni sera perdendo la cognizione del tempo fino a trovarsi di fronte i programmi scolastici notturni di Rai Tre, è “come faccio a spiazzarli di nuovo, almeno un altro po’?”. In questo season finale, abbastanza ordinario fin quasi al termine, la sorpresa arriva nei termini di un tradimento delle attese delle spettatore, attese generate dai tanti e tanti film assorbiti nel corso degli anni. Dopo aver rivelato la sua serie per quello che è, cioè un gioco in larga parte contenuto nella sola mente di Elliot, Esmail mette il suo protagonista nella condizione di poter riprendere possesso della sua identità: è la scena in cui Elliot, convinto (un po’ come noi) che Tyrell non esista e sia solo un altro firewall con cui Mr. Robot tenta di proteggere i suoi piani, rifiuta di farsi da parte, convinto che non ci sia alcuna pistola pronta a sparargli. E noi siamo naturalmente portati a credere che sia così, e che la serie stia per finire. Invece no, perché a giudicare da quanto abbiamo visto, Tyrell è ben vivo e vegeto, e la pallottola che raggiunge l’eroe solida e mortale. Niente da fare, caro Elliot, son passate due stagioni ma ancora non ci hai capito un’acca!

Mr robot

1.This Is Us 1×01 – Let’s twist
Sono contento che abbiamo già recensito This Is Us, perché regola vuole che nei serial moments non possano comparire serie di cui ancora non abbiamo recensito il pilot, ma il twist di This Is Us volevo proprio metterlo. Perché al di là della sua specifica efficacia (è figo ma non è il Red Wedding, voglio dire), è proprio il simbolo della possibilità, sempre e comunque, di lavorare all’interno di un genere trovando ancora il modo di stupire ed emozionare spettatori che quel genere lo conoscono da decenni. Potrebbe pure essere finita qui, potrebbe essere che This Is Us non abbia più molto altro di nuovo da dirci. Però insomma, stavolta è andata bene, bravi.

This is Us

Fuori concorso per fare la conta
The Big Bang Theory 10×01 – L’orgasmo cross-seriale
Decima e forse ultima stagione di TBBT, si sposano Leonard e Penny ma in fondo della cerimonia ci interessa fino a un certo punto (le storie di amore e sesso che scaldano il pubblico sono quelle di Sheldon; Penny e Leonard fanno poca notizia). A essere importante di questo episodio è il tripudio metaseriale di attori e comparse. A un certo punto, mentre segui la storia, ti colpisce il pensiero di chi c’è in scena, in un solo episodio, oltre ai sei protagonisti principali: la zia Jackie di Pappa e Ciccia (Laurie Metcalf), Lou Solverson di Fargo (Keith Carradine, che vabbè, ne ha fatti altri centomila), Alan Eppes di Numb3rs (Judd Hirsch), Diane Lockhart di The Good Wife (Christine Baranski), Kenneth Parcell di 30 Rock (Jack McBrayer), Jank Schrader di Breaking Bad (Dean Norris) e sua maestà Gemma Teller di Sons of Anarchy (Katey Sagal).
A vederli tutti insieme fa effettivamente un po’ impressione…

TBBT

Fuori concorso per rispetto ai defunti
You’re the worst 3×04 – Scherza con i fanti…
Il padre di Jimmy muore, e lui e Gretchen scopano durante un funerale sperando che Jimmy riesca a farsi prendere dalla tristezza che proprio non arriva.
Non credo di dover aggiungere altro.

Youre the worst

Scream Queens 2×01 – Donne lupo e John Stamos
Nella sua prima stagione Scream Queens aveva finito con l’annoiarmi un po’, forse ne ho abbastanza dell’anima più glamour e kitsch di Ryan Murphy (motivo per cui l’attuale stagione di AHS mi sta piacendo più delle precedenti). Però bisogna riconoscere che la premiere della seconda stagione è piena zeppa di invenzioni assurde e goduriose, dall’operazione brutto anatroccolo per la ragazza ipertricotica all’introduzione di un John Stamos egomaniaco e pazzoide. Poi ci sono anche gli omicidi, ma sono sicuramente la cosa che interessa meno.

Scream Queens

Fuori concorso perché fanno i simpatici
Gotham 3×01 – Gordon, ma che fai?!
A un certo punto della premiere di Gotham, il futuro commissario Gordon prende a pugni un tizio simil-mutante che svolacchia con ali nere e puntute, emettendo strani suoni striduli. Sì insomma, di fatto c’è Gordon che picchia l’Uomo Pipistrello.

Gotham

Fuori concorso di benvenuto
Agents of SHIELD 4×01: Ghost Rider
A lungo annunciato, non si poteva non citare l’arrivo di Ghost Rider in Agents of SHIELD. A dirla proprio tutta, di questo ritorno mi è sembrato più interessante tutto il nuovo accrocchio di funzioni e gerarchie fra i nostri eroi, però insomma, era importante che il teschio fiammeggante (di fatto il primo supereroe famoso di Agents) non fosse troppo brutto o plasticoso da vedere, e mi sembra se la siano cavata piuttosto bene.

Agents of shield ghost rider

Anti-serialmoment
How to get Away With Murder 3×01 – Maddai
Poi i gusti sono gusti e possiamo sicuramente discutere sul fatto che Viola Davis sia meritevole di emmy o meno, però spero si possa riconoscere che questa scena, in cui urla a cazzo di cane in mezzo al bosco insieme a Wes, è una roba di un brutto davvero raro…

How to get away with murder

 

Fuori concorso perché ho visto tardi l’episodio
Better Things 1×03 – Lenny e David
Doppia guest star per la nostra Pamela Adlon, che prima gira una scena con un capricciosissimo David Duchovny, e poi rischia di portarsi a letto Lenny Kravitz. Non male per una sola puntata…

Better Things Lenny kravitz



CORRELATI