2 Novembre 2020

Serial Moments 450 – Dal 25 al 31 ottobre 2020 di Diego Castelli

Mamme conturbanti, soldati uccisi e grandi ritorni

Trovo quasi poetico che la puntata 450 dei Serial Moments, un numero così ben rotondo, sia anche l’ultima prima dell’uscita di “Serial Moments”, il libro omonimo firmato da me e dal Villa che arriverà nelle libreri e negli store online il prossimo venerdì 6 novembre.
Siccome vi stiamo già ammorbando da giorni con questa cosa (mica è finita) e non voglio rischiare di essere stucchevole, mi limiterò a esprimere un concetto che credo ben racchiuda la soddisfazione per aver raggiunto questo altro piccolo traguardo dopo dieci anni abbondanti che siamo qui tutti insieme:
Beh, fico!

ATTENZIONE! SPOILER TATOOINIANI DI FEAR THE WALKING DEAD, THE UNDOING, WE ARE WHO WE ARE, THIS IS US, THE MANDALORIAN

5.Fear The Walking Dead 6×03 – Finalmente!
Mi sembra giusto segnalare il momento puccioso della riunificazione fra Dwight e Sherry, al termine di una puntata dove pareva che invece dovesse esserci un altro ri-abbraccio, cioè quello fra Al e Isabelle. La cosa importante, comunque, è che questa storia va avanti da The Walking Dead. Cioè, il povero Dwight ha dovuto cambiare serie per riabbracciare la sua bella. Se non è amore questo…



4.The Undoing 1×01 – Sguardi
Nel voler segnalare la partenza di The Undoing (di cui comunque abbiamo già parlato), devo sforzarmi davvero tantissimo per non mettere qui sotto un’immagine di Matilda De Angelis come mamma l’ha fatta, perché insomma, c’è stato un discreto apprezzamento da parte mia. Detto questo, però, ha comunque senso stare “lì vicino”, perché se è vero che la trama è tutta frizzante e misteriosa, e Hugh Grant il solito adorabile gigione, i momenti di maggiore emozione sono proprio quelli in cui Elena, la madre giovane e “strana” che porta scompiglio nella vita della bella e altolocata Grace, spezza con la sola forza di uno sguardo o di una tetta il muro di placida educazione che la protagonista si erge sempre intorno. Una tensione esplicitamente erotica ma palesemente ambigua, che dà pepe a tutta la vicenda.

3.We Are Who We Are 1×07 – Succede qualcosa
La serie di Guadagnino non mi piace. Ma in realtà non mi piace Guadagnino. E non è che non capisco perché invece un sacco di gente lo adora, ma a pelle io lo trovo e l’ho sempre trovato stucchevole e pretenzioso. E We Are Who We Are non fa eccezione: è una serie che finora mi ha annoiato profondamente, e che continuo a seguire solo perché è importante e curo un sito sulle serie tv. In tutto questo aspettare, però, dopo sei lunghissimi episodi è arrivato un settimo che mi è piaciuto, in cui succede qualcosa di davvero importante (la morte in azione di Craig), e in cui quell’evento luttuoso scatena una cascata di emozioni caotiche e difficilmente razionalizzabili che spezzano il già fragilissimo equilibrio dei protagonisti. Poi certo, l’ho comunque trovato un episodio troppo lungo e pieno di cose forzatissime come al solito, ma c’era un’energia più interessante della generica apatia con cui erano state impregnati gli episodi precedenti. Buono anche il ritorno su alcuni luoghi già toccati, trasformati però dal nuovo mood in posti di perdizione ben meno gioiosa di prima. Comunque probabilmente ci facciamo un podcast su sta cosa perché ovviamente al Villa piace un sacco, vi pare che possiamo essere d’accordo?

2.This Is Us 5×01 – Un altro genitore
È tornata anche This Is Us, con la sua consueta dose di zucchero, ma diluita dall’altrettanto consueta classe nella messa in scena e nella costruzione dei rimandi interni. Di questa doppia premiere vale la pena ricordare soprattutto: gli incroci fra Jack e il padre di Randall, quando i due non potevano ancora sapere chi sarebbero stati l’uno per l’altro; l’irruzione, anche qui, di una realtà che forse This Is Us non aveva mai trattato in maniera così esplicita (con l’inserimento nella sceneggiatura delle misure anti-Covid e dell’omicidio di George Floyd); e per finire, ovviamente, la rivelazione che la madre biologica di Randall è ancora viva, cosa che in una serie tv non può che significare che presto la rivedremo e creerà qualche tipo di scompiglio. Bentornati.

1.The Mandalorian 2×01 – Proprio lui!
Mi sembra di aver già parlato a sufficienza del ritorno di The Mandalorian, ma ovviamente in sede di Serial Moments non si può non citare più specificamente il ritorno, per ora solo brevissimo, di Boba Fett, fra i personaggi secondari più amati della saga di Star Wars, e che qui sembra deciso a prendersi un ruolo da (co-) protagonista. Staremo a vedere.



CORRELATI