22 Febbraio 2021

Serial Moments 465 – Dal 14 al 20 febbraio 2021 di Diego Castelli

Tragiche morti, ritorni alla morte, promesse di morte (comunque anche simpatia eh)

ATTENZIONE! SPOILER PARALLELI DI AMERICAN GODS, RESIDENT ALIEN, THIS IS US, SHAMELESS, WANDAVISION, YOUR HONOR

6.American Gods 3×05 – Marito e moglie
Manco a farlo apposta, in American Gods stiamo di nuovo aspettando una grande battaglia finale che evidentemente arriverà chissà quando, e la cui attesa non è priva di lunghi tratti di noia. Però il finale di questo episodio, in cui la rediviva Laura incontra nuovamente l’ex marito Shadow, dopo che entrambi ne hanno passate così tante da rendere difficile pensare il ritorno a una giocosa e ingenua armonia familiare, mi ha dato un brividino sufficiente a dire “beh dai, voglio vedere cosa si dicono la prossima volta”.

5.Resident Alien 1×04 – Le cose importanti
Il quarto episodio di Resident Alien è denso di importanti significati in relazione alla famiglia e alla necessità per gli esseri umani di trovare conforto uno nell’altro, ed è certamente importante, dal punto di vista della trama complessiva, per via dell’arrivo, sul finale, della moglie di Harry, che giusto pochi istanti prima il protagonista aveva detto essere morta.
E poi ci sono io, che nei Serial Moments metto la scena in cui Harry, dopo aver baciato D’arcy, sperimenta la sua prima erezione umana ed esclama: “È rigor mortis, il mio pene sta morendo!”
A momenti finisco per terra.



4.This Is Us 5×08 – Parallelismi
La settimana scorsa eravamo rimasti col dubbio che Kevin riuscisse ad arrivare da Madison in tempo per il parto, e invece ce la fa. Ma non solo: con la nascita di due gemelli di Kevin, e con l’arrivo di una bambina adottata fra le braccia di Kate, si crea un parallelismo evidente con la stessa famiglia Pearson, composta anch’essa da due gemelli e un bimbo adottato. Una coincidenza che Kate non manca di sottolineare parlando di “nuovi Big Three”, e che insieme a un racconto sul momento in cui Jack sentì con maggiore evidenza che i tre figli stavano cominciando ad allontanarsi, crea quel senso di eterno ritorno e cerchi concentrici che è poi il nocciolo della poesia famigliare di This Is Us.
Da notare anche il flashback sulla vita del matematico Nasir Ahmed, i cui studi diedero un forte contributo alle attuali tecnologie di comunicazione digitale, il cui valore in termini di contatto umano a distanza è diventato quanto mai rilevante in questi mesi di pandemia.

3.Shameless 11×06 – Prima o poi…
Come spesso accade con Shameless, ci sono un sacco di spunti per potenziali Serial Moments, appartenenti a uno spettro piuttosto ampio di sensazioni. Se vogliamo ridere, possiamo pensare alle figlie di Veronica e Kevin, costrette a “provare” una sparatoria a scuola per prepararle a un’eventuale emergenza (abbastanza evidente la satira politica nei confronti di un paese che invece di prevenire le sparatorie insegna a fuggirne).
Se vogliamo ancora ridere, ma con un’ulteriore strato di inquietudine, ci sarebbe la vicenda di Carl stuprato dalla sua nuova amica. Dove in questo caso per stupro si intende non la forzatura di un rapporto sessuale in sé e per sé, bensì l’imposizione di un rapporto a condizioni sgradite da una della parti. Il fatto che la parte scontenta sia un uomo è, ovviamente, l’elemento più interessante del ragionamento.
E se invece, per finire, non vogliamo ridere per niente, ma solo stringerci tutti vicini a una serie che sta finendo e che ci lascerà un grande vuoto, possiamo guardare a Frank che riceve la sua diagnosi di demenza alcolica: alla fine, anche per lui, i nodi devono in qualche modo venire al pettine.

2.WandaVision 1×07 – Agatha
Le chicche metatestuali di WandaVision ormai non fanno più notizia, anche se dovrebbero: questa è la puntata più meta di tutte, con il delizioso passaggio al mockumentary anni Duemila, le interviste finte e una sigla tutta scritte su cui compare un esplicito “Created by Wanda Maximoff”. Ma a tenere banco, naturalmente, è la rivelazione che Agnes non è altri se non Agatha Harkness, potente maga e personaggio storico dei fumetti Marvel, nata nel 1970 dalla mano di Stan Lee e Jack Kirby e diventata, fra le altre cose, proprio mentore di Scarlet/Wanda. Un’ipotesi, quella della vera identità di Agnes, che era circolata nel corso delle settimane, ma che alcuni avevano scartato come “troppo semplice” (a partire dalla somiglianza fra “Agnes” e “Agatha”), ma che paradossalmente si è rivelata sorprendente proprio per quello. Non sappiamo ancora quanto questa Agatha avrà in comune con quella dei fumetti (se cercate potenziali, terribili spoiler, leggetevi la trama della saga “Vendicatori Divisi”), ma soprattutto non sappiamo ancora con precisione quale sia stato il suo ruolo finora. L’ultima scena dell’episodio suggerisce in maniera piuttosto esplicita (nuovamente metatestuale, e bizzarramente musicale) che la sua influenza sul mondo creato da Wanda sia stata tanto sotterranea quanto decisiva, ma ancora non conosciamo gli scopi segreti della fattucchiera. È pure un’operazione rischiosa, perché l’inserimento di un cattivo “vero” potrebbe anche banalizzare un po’ il percorso di crescita di Wanda, ma allo stesso tempo potrebbe creare lo spazio per una vera e propria battaglia fra super. In ogni caso è presto per dirlo, al momento prevale una gustosa curiosità!

1.Your Honor 1×10 – Tragedia
Del finale di Your Honor abbiamo già parlato abbondantemente, non è il caso di dilungarsi. In sede di Serial Moments, vale la pena citare almeno due sequenze: quella della scoperta, da parte di Jimmy, della vera identità dell’omicida di Rocco (tramite il dettaglio dell’inalatore che fin dal pilot è uno degli oggetti-chiave della storia); e poi l’ultima scena, quella della morte di Adam, dove la tragedia del destino si compie definitivamente, facendo morire il ragazzo fra le braccia del padre che era sceso agli inferi per salvarlo. Sì insomma, diciamo che Your Honor non lascia addosso una straordinaria voglia di vivere alla Ted Lasso. Però oh, la realtà è fatta di tante sfumature…



CORRELATI