12 Aprile 2021

Serial Moments 471 – Dal 3 al 10 aprile 2021 di Diego Castelli

Commossi addii, origin stories ed eroi inadeguati

ATTENZIONE! SPOILER ATTIZZATI DI MAYANS, THIS IS US, THE GOLDBERGS, THE FALCON AND THE WINTER SOLDIER, MADE FOR LOVE, SHAMELESS, THE WALKING DEAD

7.Mayans 3×05 – Tocchi di classe
Una notazione puramente tecnica, per sottolineare quel breve ma intensissimo (e molto ben girato) piano sequenza in cui EZ rischia di essere ammazzato, poi scappa in macchina e raggiunge un vicolo prima di accorgersi di essere stato effettivamente colpito. La camera non stacca mai, rimanendo sempre ancorata alle spalle dei guidatore, e il virtuosismo ottiene la funzione di farci rimanere in apnea per tutta la scena.

6.This Is Us 5×12 –
Tanti momenti interessanti in questa puntata (fra cui la comparsata di Chris Geere di You’re The Worst), ma probabilmente bisogna segnalare l’ultima scena in cui tutte le ex (o potenziali tali) di Kevin leggono su una rivista del suo fidanzamento. Oddio potrebbe anche essere una scena minacciosa, del tipo “e adesso chissà cosa combinano??”, ma non mi sembra quel tipo di serie, dai. Come al solito, è più una questione di chiudere cerchi e creare connessioni.



5.The Goldbergs 8×16 – Ciao George
Lo scorso 23 marzo è morto George Segal, che in The Goldbergs ha interpretato per anni il nonno del protagonista, e già si sapeva che quello del 7 aprile sarebbe stato il suo ultimo episodio. Il piccolo tributo finale messo insieme dagli autori della serie è un minuto doverosamente strappalacrime.

4.The Falcon and The Winter Soldier 1×04 – Sangue sullo scudo
Dopo una puntata in buona parte non-interessante, a parte alcune riflessioni di Zemo sull’inevitabilità dell’equazione supersoldati=suprematismo, il finale si rialza di botto e lascia il segno. Karli e i suoi uccidono inavvertitamente Lamar, il compagno del nuovo Captain America, e lui, che aveva da poco preso il siero del supersoldato, rincorre e uccide a sangue freddo il braccio destro della ragazza. L’immagine finale di Walker con in mano lo scudo insanguinato è molto potente, perché crea con forza realmente fumettistica un contrasto immediato con l’eredità di Steve Rogers, che di certo non poteva né voleva essere associato all’idea di uno scudo impregnato del sangue dei propri nemici. Che poi in fondo è la giusta chiusura del cerchio di una riflessione politica che la serie porta avanti fin dal primo episodio: una rappresentazione più realistica di un’America che non è più la protettrice dei deboli contro il nazismo, bensì un carrozzone pericoloso che se ne frega dei più deboli (spesso anche fra i suoi cittadini) e consegna il simbolo del patriottismo per eccellenza a un esaltato che non ha tutte le rotelle a posto.

3.Made for Love 1×05 – Bowling
Molti applausi anche per la seconda tranche di episodi di Made for Love, che ci svela qualche dettaglio in più della nascita del rapporto fra Hazel e Byron, e che approfondisce il rapporto fra la protagonista e il padre, le cui mancanze sono alla base della fuga di lei dieci anni fa. C’è però un momento in cui i temi della serie sono riassunti con forza più immediata: Hazel prova a trovare un avvocato che l’aiuti contro il marito, e trova uno scalcagnato cowboy che prima minimizza il suo trauma – come se in fondo se la fosse cercata e ora dovesse stare buona buona ad aspettare l’evolversi delle cose – e poi dà fuori di matto quando Byron mostra sugli schermi del bowling certe sue foto discinte e ridicole. L’urlo “smettetela di guardare il mio corpo”, in bocca a un uomo che fino a un attimo prima faceva il macho che non deve chiedere mai, colpisce nel segno.

2.Shameless 11×11 – Oddio!
Il penultimo episodio della serie si conclude con Frank, ormai preda irrecuperabile della demenza alcolica, che tenta di suicidarsi dopo aver lasciato una lettera ai figli. La sua morte in quel momento è ancora tutta da verificare, e nel caso non sarebbe stato un twist imprevedibile, ma resta comunque una scena molto forte, che ci ha lasciato con il fiato sospeso per tutta la settimana. Mentre leggete queste righe, fra l’altro, il finale di serie è già andato in onda, e ne parleremo sicuramente in settimana.
Non ce la faccio, troppi ricordi…

1.The Walking Dead 10×22 – Once Upon a Negan
Il season finale della decima stagione di The Walking Dead è anche l’episodio migliore da diverso tempo a questa parte. La storia del passato di Negan, che prima va a ritroso e poi torna in avanti per raccontare il doloroso distacco dalla moglie Lucille (a cui la famosa mazza da baseball era dedicata), è un viaggio nella sofferenza e nella colpa che dà finalmente al personaggio lo spessore che meritava. Si è tentati in più di un’occasione di assolvere Negan dai suoi peccati, cosa che vorremmo disperatamente fare per l’amore incontrastato per il suo interprete Jeffrey Dean Morgan. Tuttavia, la consapevolezza che Negan non era uno stinco di santo manco prima della malattia della moglie, unita allo sguardo inquietante che scambia con Maggie alla fine, ci invita a una doverosa cautela: certo, anche Negan è vittima di un mondo andato a scatafascio, e le sue azioni più terribili possono ora essere definitivamente inserite in un puzzle più ampio che conoscevamo per sommi capi, ma che non avevamo ancora visto con i nostri occhi. Questo però non ci permette di fidarci al cento per cento di un uomo complesso, la cui storia non è ancora stata del tutto scritta. E forse è per questo che resta uno dei personaggi più affascinanti della serie.



CORRELATI