3 Maggio 2021

Serial Moments 474 – Dal 25 aprile al 1 maggio 2021 di Diego Castelli

Padri cattivi, ex mariti cattivi, e ancelle che troppo buone non sono

ATTENZIONE! SPOILER MITRAGLIATI DI THE MIGHTY DUCKS, MARE OF EASTTOWN, THE NEVERS, INVINCIBLE, THE HANDMAID’S TALE

5.The Mighty Ducks: Game Changer 1×06 – Reunion
Per i fan del vecchio Stoffa da Campioni, datato 1992, la sesta puntata del sequel di Disney+ ha certamente rappresentato un momento di commovente nostalgia. Diversi componenti della squadra originale sono tornati a portare il loro tributo a Gordon Bombay e a effettuare un simbolico passaggio di consegne con la nuova generazione.
Peccato solo che a mancare siano stati i due attori rimasti poi più famosi negli anni a venire, Kenan Thompson ma soprattutto Joshua Jackson, che prima di Dawson’s Creek, Fringe e The Affair era stato proprio una giovane promessa dell’hockey nel film originale (all’epoca la sua terza prova come attore, all’età di 14 anni).
Magari riusciranno a coinvolgerlo in futuro…

4.Mare of Easttown 1×02 – #Maiunagioia
Il secondo episodio di Mare of Easttown conferma le buonissime sensazioni del primo: non sarà un giallo-poliziesco rivoluzionario, ma ha davvero tutti i pezzi al posto giusto. La seconda puntata coincide con l’arrivo del nostro amatissimoi Evan Peters, nei panni del detective imbucato che si prende il ruolo di simpatico compagnone pronto a smussare gli spigoli più taglienti della protagonista. Ma oltre a questo c’è anche con una rivelazione di quelle brutte brutte: ci viene infatti detto che forse il padre del figlio di Erin (la povera ragazza uccisa sul finire del pilot), altri non sarebbe che Frank, l’ex marito di Mare. E se già la nostra Kate Winslet aveva il suo bel daffare a gestire i casini della cittadina e gli sguardi puntati di tutti i vicini, ora dover indagare anche sul padre di sua figlia non sarà proprio semplicissimo.



3.The Nevers 1×03 – Canta che ti (tra)passa
Almeno due scene da segnalare. La prima è il combattimento fra Amalia e Odium, il cui potere è quello di non poter essere immerso nell’acqua, cosa che nello specifico gli permette di camminarci sopra: con la tonnellata di scene d’azione sempre uguali a se stesse che ci capita di vedere al cinema e in tv, non l’avevo ancora vista la lotta fra una donna dal pugno facile e un grosso tizio che cammina sull’acqua e cerca di afferrare la sua avversaria mentre quella nuota più sotto.
E la seconda scena, ben più straziante, è la morte improvvisa e violentissima della povera Mary, la ragazza con il potere di individuare e attrarre gli altri Touched tramite il suo canto, che era stata un personaggio assolutamente centrale nell’economia della narrazione per tre episodi, e ora ci viene strappata via in modo così feroce.
Diciamo che non ci siamo annoiati, via.

2.Invincible 1×08 – Cuore di papà
Prima o poi doveva arrivare una resa dei conti fra padre e figlio, dopo che il giovane Mark è venuto a sapere che lo spietato assassino dei Guardiani era proprio papà Nolan. Nel finale di stagione veniamo a conoscere nel dettaglio i veri scopi dei viltrumiani, una razza superiore capace di costruire un grande impero che mira all’assoggettamento di tutti i popoli dell’universo. La missione di Nolan, la cui lealtà verso la madrepatria non è mai venuta meno, era proprio quella di fiaccare qualunque resistenza terrestre prima dell’arrivo dei suoi simili. Solo che Mark non ci sta, e benché la sua forza in combattimento sia largamente inferiore a quella del padre, la sua determinazione a non arrendersi riesce ad aprire un breccia di empatia nella scorza gelida di Nolan, che lo lascia in vita e fugge via dal sistema solare.
Ma non è questo il serial moment, che invece sta un po’ prima, proprio nella rissa fra genitore e figlio: lo scontro è violentissimo, le vittime innocenti non si contano, il sangue scorre a fiumi fra arti mozzati, crani spappolati e una buona dose di macabra creatività. Non ci fa lo stesso effetto (o per lo meno la stessa sorpresa) del primo episodio, ma restituisce con grande precisione la totale indifferenza di Nolan nei confronti della vita degli esseri umani, che per lui, creatura potentissima e millenaria, sono poco più che formiche (sì, compresa la moglie). Non è un concetto nuovo, parlando di supereroi e supercattivi, ma colpisce comunque nel segno.

1.The Handmaid’s Tale 4×01 – Make me proud
Del ritorno di The Handmaid’s Tale abbiamo già parlato, e nella recensione ho già detto qual è a mio giudizio la scena migliore di questa tripla premiere. Già che siamo qui, comunque, ribadiamo che vedere June chinarsi vicino all’orecchio della giovane Esther, sussurrandole “rendimi orgogliosa” per spronarla a sbudellare l’uomo che l’aveva stuprata per anni, è non solo un momento da brividoni lungo la schiena, ma anche il potenziale punto di svolta di una serie che finora ha raccontato di un donna che cerca di sopravvivere, e che ora potrebbe raccontare di una partigiana che prova a far fuori tutti gli altri.



CORRELATI